L’onorevole Ruffino contro Sogin: “rendete pubblica la carta nucleare”

199

L’onorevole Daniela Ruffino, eletta nel collegio carmagnolese, va all’attacco di Sogin in Parlamento: “la carta dei siti per il deposito nucleare deve essere desecretata”.

onorevole Daniela Ruffino
L’onorevole Ruffino in Parlamento

Nuovo attacco, in Parlamento, dell’onorevole Daniela Ruffino, deputata di Azione eletta nel collegio carmagnolese, nei confronti di Sogin, la società statale che gestisce le questioni legate all’energia nucleare, dallo smantellamento degli impianti atomici alla gestione e messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi.

Ricordiamo al Governo che enti locali e amministratori del territorio attendono la desecretazione della carta dei siti idonei a ospitare il deposito nazionale dei rifiuti nucleari -ha dichiarato Ruffino durante il dibattito sul decreto legge Energia alla Camera- Non si può più perdere tempo, si proceda spediti in questa direzione”.

Definita la Carta nazionale delle aree idonee per il deposito nucleare: Carmagnola dentro o fuori?

La deputata centrista ha quindi chiesto il commissariamento della società dello Stato: “Il ministro Cingolani si era già espresso a favore, salvo poi decidere di non procedere. Ci chiediamo il perché di questa marcia indietro. La sfiducia degli amministratori locali verso lo Stato rispetto al dossier Sogin è evidente“.

Raggiunta da “Il Carmagnolese”, Ruffino è tornata sul tema della CNAI -la Carta Nazionale delle Aree Idonee- in stand by ormai da settimane in attesa di essere resa pubblica.

Prima Sogin aveva fretta e ha avviato l’iter senza alcun dialogo con i territori. Oggi la desecretazione è ferma. Da tempo. Uno dei tanti inaccettabili problemi“, ha dichiarato, annunciando che a breve presenterà un question time sul tema, chiedendo le ragioni di questo ritardo al Ministero della Transizione Ecologica.

Deposito nucleare, l’onorevole Ruffino attacca Sogin: “più trasparenza”