Osasio, la scuola si arricchisce con un murales e un nuovo albero

122

La scuola di Osasio si arricchisce di bellezza: l’Amministrazione comunale ha fatto realizzare un nuovo murales e ha fatto piantare un albero nel cortile dell’edificio.

osasio scuola festa albero murales
La scuola di Osasio si arricchisce: il Comune ha fatto realizzare un murales su una delle facciate dell’edificio e ha fatto piantare un albero, un ginkgo biloba, nel cortile, in occasione della festa dell’albero

A Osasio la scuola primaria si arricchisce di bellezza: è stato infatti realizzato e inaugurato un nuovo murales, collocato sul muro esterno dell’edificio che ospita la scuola elementare e si affaccia su via Verrua, nel centro del paese. Inoltre, nel cortile, è stato piantato un albero, nel dettaglio un ginkgo biloba, anche questo inaugurato alla presenza dei bambini, delle insegnanti e dell’Amministrazione comunale, promotrice di entrambe le iniziative.

Il murales raffigura una bambina in piedi su dei libri, mentre è intenta ad annaffiare un albero che sta crescendo. “Il murales è un dono che come Amministrazione comunale abbiamo voluto fare sia alla scuola che agli abitanti di Osasio -comunicano dal municipio osasiese- I libri sono stati raffigurati come strumenti che aiutano i bambini a crescere. Questo intervento si aggiunge ai lavori sulla scuola già portati avanti, ovvero l’efficientamento dell’edificio scolastico con la realizzazione del cappotto esterno e la sostituzione degli infissi“.

Il murales è stato dedicato all’artista polacca Natalia Rak, come si può leggere sul dorso di uno dei libri dell’affresco. Natalia Rak, anche conosciuta solo come Rak, è un’artista di strada, illustratrice, pittrice e graphic designer di origine polacca. Laureata in Belle Arti all’Università di Lodz, ha realizzato murales dai colori vivaci su edifici a più piani, in Polonia e non solo; tra le sue opere vi è per l’appunto un murales che ritrae una ragazza intenta ad annaffiare un albero vero, realizzato nella città polacca di Bialystok.

L’unica modifica che abbiamo fatto di questo murales riguarda la bambina, che abbiamo fatto realizzare in piedi sopra a dei libri -specifica l’Amministrazione comunale- Questo perché nell’ambito scolastico i bambini usano proprio i libri per crescere e per far crescere anche l’intelligenza dell’individuo; tra l’altro, sul dorso di un altro libro abbiamo scritto che ‘i bambini salveranno il pianeta’ [“Children will save the world”]“.

Osasio, al termine i lavori di efficientamento energetico alla scuola primaria

Il terzo libro del murales riporta il titolo “Nature”, ovvero “natura”: a questo tema si collega anche la seconda iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale, e cioè la collocazione di un nuovo albero nel cortile della scuola di Osasio. “Abbiamo ricavato uno spazio all’interno del cortile, che prima era tutto piastrellato: abbiamo creato con dei cordoli un’area in cui poter collocare una pianta, che ci è stata offerta dal signor Alberto Peiretti di Carignano, la cui ditta cura il verde del nostro Comune -ha spiegato l’Amministrazione- Si tratta di un albero di ginkgo biloba, la pianta più antica del mondo, che ha 250 milioni di anni e che raramente si trova nei nostri dintorni“.

La piantumazione del nuovo albero è stata realizzata in occasione della festa dell’albero, che cade a fine novembre. “A nostro parere è una pianta molto bella, che per tutto l’autunno assume un colore giallo oro molto acceso e vivo -specificano dal municipio di Osasio- Ha anche la particolarità di avere le foglie che assomigliano ad un cuore; è una pianta molto resistente, che non patisce gli attacchi degli insetti e anche la carenza d’acqua“.

All’inaugurazione del murales e dell’albero erano presenti i bambini e le insegnanti della scuola, l’Amministrazione comunale di Osasio e i genitori degli alunni. “Questo lo facciamo per i nostri bambini e i nostri alunni -conclude l’Amministrazione- Teniamo molto alla nostra scuola, per questo dedichiamo veramente molte risorse del nostro bilancio a suo favore“.

Osasio, un nuovo palo della luce all’incrocio tra la SP138 e Braida dei Prati