Piobesi: l’opera “San Rocco e gli appestati” è in fase di restauro

478

É in fase di restauro l’opera “San Rocco e gli appestati”, conservata nell’omonima chiesa di Piobesi Torinese.

piobesi torinese comitato san rocco restauro
Il Comitato San Rocco di Piobesi Torinese aggiorna sul restauro della tela settecentesca che ritrae San Rocco e gli appestati

Il Comitato San Rocco di Piobesi Torinese, che si prende cura dell’omonima chiesa, aggiorna sul restauro della tela che ritrae il santo insieme agli appestati.

Si dice che San Rocco, nativo di Montpellier, in viaggio verso Roma abbia sanato e confortato numerosi malati di peste; per questo motivo, fin dal Medioevo, è diventato il protettore invocato per la peste e altre malattie contagiose.

“San Rocco e gli appestati” è una tela risalente a metà Settecento; si tratta del bene più importante tra quelli che sono custoditi all’interno della chiesa piobesina, sia per le sue dimensioni che per il suo valore iconografico.

Il Comitato San Rocco, che si occupa di questo luogo sacro, negli ultimi anni ha deciso di far effettuare un intervento di restauro conservativo sull’opera: “Nel tempo il quadro si è fortemente ammalorato, con il rischio di incorrere in un irreversibile degrado e con la conseguente perdita della tela“, spiegano dal comitato. Per questo motivo il gruppo ha organizzato una raccolta fondi, durante le messe, in occasione della manifestazione Artissima e anche nelle visite guidate alla chiesa di san Giovanni ai campi di Piobesi e al relativo presepe ligneo, da poco tempo riportato alla luce.

Piobesi, Pinerolo e il presepe ligneo: un tuffo nella storia

Dobbiamo ringraziare l’Amministrazione comunale di Piobesi, in particolare il sindaco Fiorenzo Demichelis, che in quanto proprietaria dell’opera ha finanziato con una cifra importante il restauro; un altro ringraziamento va a Guido Cucchiara, un nostro borghigiano e componente del Comitato: anche lui ha contribuito con una cifra ingente all’intervento -continua Gianmario Galfione, del Comitato San Rocco- Vogliamo anche ringraziare tutti gli altri componenti del nostro comitato, tutti i piobesini che in varie occasioni ci hanno sostenuti con il loro contributo personale, e infine l’Associazione Progetto Cultura e Turismo di Carignano, nella persona di Paolo Castagno, che ha organizzato le visite guidate nella pieve di Piobesi“.

Il quadro è stato consegnato alla ditta Doneux di Torino, che si sta occupando dell’intervento di restauro, già nel mese di dicembre 2022. Tuttora i lavori sono in corso: la ditta ha effettuato le prime prove di restauro tramite la realizzazione di tasselli di pulitura, e da questo primo intervento la policromia dell’opera sembra essere in buono stato. La Soprintendenza di Torino ha approvato queste prove, dopo che ad inizio 2022 aveva già dato il nulla osta per procedere con il restauro sulla tela. La consegna del quadro restaurato è prevista per maggio o giugno 2023.

Piobesi, installata la “Super Panchina” del Comitato di San Rocco