Mara Oddenino, la personal trainer di Piobesi che ha sfidato la crisi Covid

1771

Nel 2020 a Piobesi Torinese, nonostante la crisi Covid, è nata una nuova realtà: la personal trainer Mara Oddenino ha aperto il suo studio per proporre allenamenti. Ma la strada per raggiungere questo obiettivo non è stata facile e la pandemia ha inizialmente bloccato l’apertura dello studio.

personal trainer Piobesi
Lo studio della personal trainer Mara Oddenino a Piobesi Torinese

“Se puoi sognarlo puoi farlo”: questa una delle frasi che si leggono appena entrati nel nuovo studio della personal trainer Mara Oddenino, una realtà innovativa a Piobesi Torinese, nata proprio nel 2020, in piena crisi Covid.

Mara, 24 anni, diplomata in Amministrazione, Finanza e Marketing e laureanda in Scienze Motorie, si è diplomata come personal trainer con la Federazione Italiana Fitness.

In verità, si avvicina al mondo dello sport fin da piccola, grazie agli allenamenti di calcio e pallacanestro, ma il primo incontro con il fitness e la palestra avviene a 17 anni, quando decide di lasciare gli sport di squadra per iscriversi in palestra, grazie al supporto della madre.

Nel 2015 mi sono diplomata in ragioneria quasi a pieni voti -racconta- Mi vedevano tutti pronta a prendere posto a una scrivania di grandi aziende e a continuare a studiare in quel settore. La mia passione, però, era totalmente diversa: il fitness era un mondo che mi appassionava sempre di più e volevo che diventasse il mio lavoro”.

Nell’estate 2016 arriva la prima occasione per verificare se la strada intrapreso fosse quella giusta: una sua amica e attuale cliente, Ornella, le chiede di tenere un corso di ginnastica per adulti nella propria fattoria didattica.

Un corso all’aperto e in mezzo alla natura: “Non avevo attrezzi per il corso e con i pochi risparmi decisi di comprare quelli che potevo permettermi. Esordisco così con la mia prima classe con 20 persone. Ero al settimo cielo. Da lì è iniziato tutto e ho capito che era quello che volevo fare nella vita”.

Mara continua così gli studi per diventare istruttrice, fino a ottenere il suo primo lavoro in questo settore: una piccola palestra a Torino, molto innovativa anche se ancora in costruzione, che propone corsi per sole donne e preparati da personal trainer donne.

L’azienda negli anni si ingrandisce e ciò permette a Mara di ricoprire il ruolo di responsabile in una delle sedi. Ma non si ferma: “Ho iniziato ad allenare persone a Piobesi, prima al parco e poi nella piccola palestra comunale del paese, e la clientela si allargava sempre di più, in particolare grazie al passaparola. Si è creato così un bel gruppo di persone interessate a seguire corsi di fitness e alcune mi dicevano che mancava un luogo a Piobesi dove potersi allenare”.

Inizia così a frullarle in testa l’idea di aprire un proprio studio in paese, che trova il sostegno della sua famiglia: “Una sera mio padre mi ha detto: perché non trovi un ambiente, anche piccolo, dove puoi continuare a proporre i tuoi allenamenti? Così, con il suo aiuto, ho cercato un locale e, pian piano, ho avviato le pratiche per aprire”.

Alla fine di febbraio 2020 firma per prendere in affitto il locale: la sua previsione è di inaugurare a fine marzo. Ma l’apertura viene rimandata a causa del lockdown.Quando ho visto che non avrei potuto avviare lo studio, mi sono venuti dei dubbi sulla scelta che avevo fatto. Poi, per fortuna, le clienti hanno continuato a seguirmi, ho avuto sempre l’appoggio delle persone che avevo intorno e, vedendo dove sono ora, a pochi mesi di distanza, mi dico che ho fatto la scelta giusta”.

Lo studio è stato aperto a fine maggio, anche se adesso è di nuovo chiuso da quando il Piemonte è diventato zona rossa. “Mi sono reinventata, con le lezioni online: per allenarsi bastano un computer o un telefono e una connessione internet -dichiara- L’idea di continuare ad allenare virtualmente mi è venuta quando ho visto che, con la pandemia quasi, tutto era stato convertito online: le riunioni via social, la didattica a distanza e lo smartworking… Oggi la tecnologia ci offre tante opzioni e il mondo dei social mi piace: è un modo per stare vicino ai clienti”.

Nulla, però, vale come un allenamento fatto di persona: “Non sempre si riesce a controllare ogni minimo aspetto e a fare le correzioni giuste; inoltre, nello studio si usano attrezzi che a casa non si hanno -conclude Mara-Nel momento in cui il lockdown finirà voglio tornare in presenza: si crea un ambiente familiare e di incontro, e da casa manca avere il contatto con i clienti”.

“A Natale, io compro locale”: sosteniamo le attività del territorio!