Poirino: Mollo e Padalino firmano il “Patto per la coesione e l’identità territoriale”

246

Angelita Mollo e Nicholas Padalino, candidati sindaco del Comune di Poirino, firmano il “Patto per la coesione e l’identità territoriale” proposto dal Gruppo Imprese Chieresi: «azioni concrete e condivise sui temi dello sviluppo».

Poirino Mollo Padalino
La sindaca uscente, Angelita Mollo, con Dario Kafaie, presidente GIC

I due attuali candidati alla guida del Comune di Poirino, la sindaca uscente Angelita Mollo e l’ex assessore Nicholas Padalino, hanno entrambi firmato il “Patto per la coesione e l’identità territoriale” proposto loro dal GIC – Gruppo Imprese Chieresi.

«In occasione delle elezioni amministrative 2024 abbiamo voluto sollecitare un salto di qualità alle Istituzioni locali, chiedendo a chi ambisce a governare i Comuni del territorio di aderire all’impegno a costituire un incarico specifico alla coesione e all’identità territoriale del Chierese», spiega Dario Kafaie, presidente del GIC.

Mollo e Padalino, in particolare, hanno sottoscritto una proposta che prevede di partecipare due volte all’anno a un’assemblea che farà incontrare il sistema produttivo chierese e le amministrazioni pubbliche locali e che li impegna “a progettare e porre in essere azioni concrete e condivise su temi della coesione, dell’identità e dello sviluppo del territorio”.

Poirino Mollo Padalino
La firma del patto proposto dal Gruppo Imprese Chieresi da parte di Nicholas Padalino, candidato sindaco a Poirino

«Il Chierese ha un bisogno sempre più urgente di costruire una rappresentanza che ne persegua le istanze, nelle sedi istituzionali e non, attivandone le grandi potenzialità in direzione di uno sviluppo economico e sociale equilibrato e sostenibile -prosegue Kafaie- Per questo abbiamo ritenuto importante promuovere un continuo confronto e coinvolgimento di tutto il territorio, a partire dalle amministrazioni comunali, mettendo a fattor comune idee e soluzioni capaci di creare benessere per l’intera Comunità locale».

Il documento, nelle prossime settimane, sarà sottoposto anche a tutti gli altri candidati sindaco presenti nell’ambito di azione del GIC, Associazione che raggruppa le realtà industriali produttive di 36 Comuni inseriti Sistema Locale del Lavoro SLL 101 ISTAT, nelle Provincie di Torino e di Asti, per un totale di 136.000 residenti e 39.000 occupati nelle varie imprese del territorio.

Poirino: lo svincolo A21 al Masio arriva sul tavolo del ministro Salvini