Poste a Carmagnola, ancora orario ridotto almeno fino al 28 agosto

450

Almeno fino al 28 agosto 2020 resteranno in vigore gli orari ridotti di apertura al pubblico per i tre uffici di Poste Italiane a Carmagnola.

poste a carmagnola san bernardo orari ridotti
Lo sportello postale di San Bernardo: per tutto agosto restano ancora in vigore gli orari ridotti in tutti gli uffici di Poste Italiane a Carmagnola

Non è bastata la richiesta scritta da parte del Comune: gli uffici cittadini di Poste Italiane a Carmagnola manterranno l’orario ridotto di apertura al pubblico fino almeno al 28 agosto 2020.

Fino al 28 agosto l’orario rimane solo al mattino -conferma l’assessore all’Ufficio relazioni con il pubblico, Massimiliano PampaloniDopo tale data si vedrà: la decisione deve essere presa dai vertici di Poste Italiane e non dipende dagli uffici sul territorio, i quali anzi ci confermano che anche per loro l’apertura con orari ridotti costituisce un disagio, ma devono attenersi alle direttive“.

Per tutto il mese di agosto, pertanto, gli sportelli di via Dante e via Torino saranno aperti ancora solamente al mattino, sei giorni alla settimana, mentre quello di San Bernardo sarà attivo tre mattine a settimana.

Il Comune di Carmagnola scrive alle Poste: “riaprite gli sportelli”

Il Comune di Carmagnola, viste le proteste di molti cittadini e le file agli sportelli, aveva scritto ufficialmente a Poste Italiane, chiedendo il ritorno ai normali orari di apertura degli uffici cittadini dopo la fine del lockdown per la pandemia di Coronavirus, che aveva portato l’azienda postale a ridurre l’orario al pubblico.

Con la ripresa delle attività economiche e lavorative, l’utenza è aumentata e ci vengono segnalate frequenti code agli sportelli, che comportano anche un maggiore rischio di assembramenti, oltre al disagio legato agli orari ridotti. Non dimentichiamo che la nostra città ha 30 mila abitanti e un servizio dimezzato non è sufficiente a coprire le esigenze del territorio, in questo momento in cui le attività stanno cercando di riprendere il regolare lavoro“.