Il testo della preghiera del Voto all’Immacolata Concezione

1092

Questa la preghiera del Voto dell’Immacolata Concezione che oggi, solennità dell’Annunciazione, la Città di Carmagnola pronuncerà, chiedendo alla sua Patrona protezione contro il Coronavirus. Diretta su questo sito alle ore 12.

Immacolata preghiera coronavirus

Questa la preghiera e supplica -tratta dalle parole dell’arcivescovo Cesare Nosiglia- di affidamento all’Immacolata Concezione, per il rinnovo del voto che oggi, solennità dell’Annunciazione, la Città di Carmagnola pronuncerà, chiedendo alla sua Patrona protezione contro il Coronavirus.

La cerimonia sarà trasmessa in diretta a partire dalle ore 12 su questo sito 
www.ilcarmagnolese.it

Vergine Immacolata,

che hai protetto questa città da tante epidemie in tempi di gravi malattie, nel 1522 e 1630 (per la peste); 1714 (per la moria di bestiame); 1734 (per la siccità ); 1835 (per il colera); 1944 (per la guerra), guarda benevola con sguardo e cuore di madre i tuoi figli che in questo triste momento vivono serie e condivise preoccupazioni per il diffondersi nel nostro Paese e anche nel nostro territorio del Coronavirus che semina tanta paura, dolore e preoccupazioni nella cittadinanza di Carmagnola e del Piemonte.

[Si recita un’Ave Maria]

Siamo venuti qui ai tuoi piedi, noi parroci di queste parrocchie con il sindaco, a nome di tutta la comunità civile e religiosa, che sempre ha manifestato affetto e devozione alla sua Patrona, per impetrare la tua misericordia e il tuo aiuto verso questa città e il suo territorio, che amiamo e vorremo vedere sereni e senza timori per il loro presente e futuro. Per tante volte Carmagnola ha sperimentato nella sua storia momenti difficili, ma sempre tu hai sorretto e benedetto la preghiera dei tuoi devoti e il lavoro di quanti a vario titolo si sono impegnati per aiutare i cittadini a superare ogni paura e a impegnarsi tutti insieme, per puntare uniti a un futuro sereno e positivo per tutti.

[Si recita un’Ave Maria]

Ora vogliamo credere e sperare fermamente che anche questo momento in cui il Coronavirus si è reso presente nel nostro territorio, tu ti mostrerai madre di misericordia e ricca di grazia per tutti quelli che soffrono a causa di questa malattia, ma anche per chi nella città e regione esercita una precisa responsabilità di guida e di orientamento della cittadinanza. Aiuta medici, operatori sanitari e volontari nel loro delicato compito di sostegno di chi a loro ricorre per ogni eventuale bisogno e necessità.

Vergine Immacolata tienici “sotto il tuo manto”, in quest’ora triste accogli la nostra richiesta: preservaci, guidaci, proteggici.
Sii tu il nostro rifugio! Con questo voto di affidamento a te sostienici nella volontà e nell’impegno di ritornare al Signore, Dio della vita, con tutto il cuore.

[Si recita un’Ave Maria]

A te, nostra madre, patrona e regina, rivolgiamo inoltre dal profondo del cuore la preghiera per superare ogni allarmismo e ottenere il coraggio e la pazienza che occorre esercitare in queste circostanze per affrontare insieme il problema sopraggiunto inaspettato e che, siamo certi, può produrre comunque un frutto di bene come la solidarietà verso chi soffre, l’accoglienza con chi è solo e senza sostegno dei propri cari, la volontà di camminare uniti adoperandosi ciascuno per la propria parte a favorire la speranza nel cuore e la comune volontà di trovare in ogni altro concittadino un sostegno di fraternità e di apertura soprattutto verso le persone più anziane, sole o già debilitate per altre malattie, i minori e le loro famiglie.

Te lo chiediamo nel nome del tuo Figlio Gesù Cristo, Nostro Signore e Nostro Salvatore. Sei l’unica consolatrice che il Padre ci ha dato. Sei la fortezza delle nostre deboli forze, la ricchezza delle nostre miserie, la liberazione da tutto ciò che ci impedisce di essere con Cristo.
Amen.

[Maria Vergine Immacolata, prega per noi]
[Maria Vergine Immacolata, prega per noi]
[Maria Vergine Immacolata, prega per noi]

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta. Amen.