Prodotto il primo miele al Bosco del Gerbasso di Carmagnola

625

L’apicoltore Guido Rolfo presenta il primo miele prodotto al Bosco del Gerbasso di Carmagnola. Alcuni vasetti verranno regalati durante una manifestazione nel parco che si terrà il 10 ottobre.

miele bosco del Gerbasso
Il miele prodotto al Bosco del Gerbasso di Carmagnola

L’azienda “Il Fuco Barbuto” dell’apicoltore Guido Rolfo che, nel mese di maggio, aveva installato alcune arnie al Bosco del Gerbasso di Carmagnola, presenta i primi vasetti di miele prodotti in loco.

“Questa è stata un’annata particolarmente difficile per la produzione del miele, ma, nonostante ciò, al momento possiamo disporre di una discreta quantità di prodottospiega Rolfo- Per il momento la varietà disponibile è soltanto millefiori, ma prevediamo di fare delle analisi sui pollini, in modo da produrre anche miele di acacia e di tiglio nei prossimi anni”. 

L’obiettivo del progetto è quello di trasformare questo miele, dal gusto vegetale e dalla facile cristallizzazione, in un prodotto tipico del territorio carmagnolese“Come pattuito abbiamo regalato circa 40 vasetti di miele al Comune, in modo che possano essere oggetto di dono o scambio –continua l’apicoltore- Tutti coloro che parteciperanno alla passeggiata nel Bosco del 10 ottobre riceveranno un vasetto di miele gratuitamente, altrimenti sarà in vendita il mercoledì e il sabato al mercato di Carmagnola“. 

Alcuni barattoli di miele sono stati donati al Comune di Carmagnola

L’installazione delle arnie al Bosco del Gerbasso ha permesso, non solo la produzione di miele, ma anche di attivare un progetto, gestito dall’Istituto Nazionale di Apicoltura e Bachicoltura di Bologna, che consentirà di valutare la qualità ambientale del territorio tramite l’analisi delle api.

“Sono da subito stato interessato a questo progetto perché da sempre il mio obiettivo è quello di difendere e salvaguardare il territorio in cui vivo e in cui vivranno i miei nipoti e le generazioni future –conclude Rolfo- Le api sono animali molto sensibili anche al più minimo cambiamento e, per questo, sono ideali per il monitoraggio della qualità dell’aria e dell’ambiente”. 

Arrivano le api al Bosco del Gerbasso di Carmagnola