Prosegue la riqualificazione energetica all’ex “Manzoni”

841

Entro ottobre si chiude il primo lotto dell’intervento di riqualificazione energetica e partono i lavori alla palestra della scuola media “Primo Levi” (ex Manzoni) di corso Sacchirone a Carmagnola.

lavori riqualificazione energetica ex Manzoni scuola media Primo Levi Carmagnola
I lavori riqualificazione energetica alla scuola media ex Manzoni di corso Sacchirone

Prosegue l’intervento di riqualificazione energetica alla scuola media “Primo Levi” (ex Manzoni) di corso Sacchirone, a Carmagnola.
Un progetto simile a quello della scuola dell’infanzia Sant’Anna, recentemente inaugurata, ma in scala molto più grande.

Alla ex Manzoni, entro ottobre, saranno completati i lavori del primo lotto, un maxi-cantiere per la riqualificazione energetica da oltre un milione di euro.
L’intervento ha riguardato in primis la sostituzione dei vecchi serramenti in lamiera e vetri singoli con nuovi serramenti in alluminio, a taglio termico e con triplo vetro. Realizzato anche un cappotto termico in lana minerale, accompagnato dall’installazione delle valvole termostatiche in tutti i locali e la controsoffittatura dell’aula magna.

«Analogamente al Sant’Anna, anche in questo caso la rata del mutuo del Fondo Kyoto sarà ampiamente coperta dal risparmio energetico», commenta l’assessore ai lavori pubblici, Alessandro Cammarata.
La bolletta per il solo riscaldamento dell’intera struttura, va considerato, ammonta a circa 70 mila euro all’anno.

Inoltre, nel periodo estivo, è stato realizzato l’intervento di rimozione e bonifica della copertura in fibrocemento contenete amianto, che è terminata prima dell’inizio delle attività scolastiche. Ora è in fase di completamento la nuova copertura, con lastre di lamiera coibentata. Un intervento dal costo complessivo di circa 250 mila euro, che è stato pagato per oltre il 94% dal Ministero dell’Istruzione.

Nel mese di ottobre partiranno infine anche gli attesi lavori di riqualificazione della palestra della scuola, con sostituzione di tutte le finestre, realizzazione di un cappotto termico e rifacimento completo degli impianti termici e di illuminazione.
«Saranno portati avanti nell’ottica di creare il minimo disagio alle attività scolastiche e delle varie società sportive, realizzando innanzitutto le opere esterne e, solo a partire da maggio del prossimo anno, i lavori di rifacimento degli impianto e del controsoffitto che determineranno l’inagibilità della palestra per il periodo estivo», fanno sapere dall’Ufficio Tecnico comunale.
Il costo di questo intervento è di circa 400 mila euro, anch’esso coperto per oltre il 90% dal Ministero a fondo perduto.