Pubblicato il bilancio di sostenibilità di Pasta Berruto Spa

150

Lo storico pastificio carmagnolese Pasta Berruto ha pubblicato il proprio primo Bilancio di Sostenibilità, oltre ad aver definito il nuovo assetto societario, tutto italiano (i.r.)

pasta berruto sostenibilità
Stefano e Matteo Berruto davanti allo stabilimento di Via Sommariva a Carmagnola

«Per Pasta Berruto questo è il primo Bilancio di Sostenibilità, una fotografia della nostra azienda nel 2023, un anno segnato da eventi straordinari»: così il presidente Stefano Berruto introduce l’ultima novità per lo storico pastificio caramgnolese.

«La nostra azienda è da sempre attenta alla qualità dei propri prodotti e, in questi ultimi anni, ha intrapreso un cammino che punta verso una crescente sostenibilità -prosegue Berruto- Attraverso questo documento, vogliamo raccontare il nostro impegno che guarda soprattutto al futuro».

Ricette a base di pasta: ecco come giocare a Master Berruto Chef

Pasta Berruto ha da tempo avviato azioni per la sostenibilità, come l’uso di energie rinnovabili nei processi produttivi, la riduzione degli sprechi e l’innovazione per creare soluzioni che rispondano alle esigenze attuali.

Il Bilancio Sociale rappresenta una fotografia dell’azienda, illustrando i risultati finanziari, le iniziative di supporto al territorio e gli obiettivi futuri, frutto di un percorso che, da generazioni, vede Pasta Berruto operare con passione e maestria all’arte della pasta, per portare sulle tavole dei consumatori di tutto il mondo il gusto autentico della vera pasta italiana, garantendo sempre la massima qualità e sicurezza alimentare.

Dalla pasta alla birra, la nuova idea di Berruto contro lo spreco alimentare

Lo scorso anno Pasta Berruto, che si impegna attivamente per sostenere l’occupazione locale con tutto il suo personale proveniente dalla Regione Piemonte, occupava 75 dipendenti –con un incremento del 4% rispetto al 2022- regolati per il 95% da contratti a tempo indeterminato.

Inoltre, una storia fatta di tradizione che si è unita all’alta qualità del prodotto ha visto riconosciuta a Pasta Berruto l’eccellenza delle proprie referenze nel mercato mondiale, rendendola vero ambasciatore di un Made in Italy sempre più ricercato e apprezzato.

E a darne testimonianza concreta è la crescita rappresentata dai numeri di un fatturato che ha incrementato le proprie performance del 5,5% con il raggiungimento di una quota export pari al 95% dell’intero fatturato.

Sogni d’oro Made in Italy: l’insonnia si combatte mangiando la pasta a cena

Un altro passo significativo è stato completato ad aprile 2024 con lingresso di FIAF (Fondo Italiano Agri&Food) nel nuovo assetto societario. La famiglia Berruto, durante questa operazione, ha aumentato la propria quota societaria, proseguendo il percorso di sviluppo e crescita.

«Siamo soddisfatti di questa collaborazione con un partner di grande credibilità finanziaria -conclude Stefano Berruto- Con FIAF, stiamo creando un momento fondamentale nella storia della produzione di pasta italiana di alta qualità. Questo passo descrive un impegno congiunto per un futuro di crescita, grazie alla passione e alla competenza di tutti i nostri collaboratori. Guardiamo al futuro con ottimismo, pronti a scrivere insieme un nuovo capitolo di successo».

Pasta Berruto e FIAF insieme per accelerare lo sviluppo industriale