Quasi al completo il reparto Covid all’ospedale di Carmagnola

1010

Sono occupati 15 dei 16 posti oggi disponibili per i malati Covid nell’apposito reparto allestito da alcuni giorni all’ospedale San Lorenzo di Carmagnola; Chieri risulta al completo. Ma la situazione è decisamente migliore rispetto a un anno fa.

reparto Covid ospedale carmagnola
All’ospedale San Lorenzo di Carmagnola sono occupati 15 dei 16 posti letto oggi disponibili nel reparto Covid. Un anno fa erano 120.

Il reparto Covid dell’ospedale San Lorenzo di Carmagnola -tornato in attività nei giorni scorsi, dopo l’aumento di casi sul territorio– è a un passo dall’essere momentaneamente al completo, con 15 posti letto occupati sui 16 disponibili, per malati a bassa o media intensità.

Tutti esauriti anche i 19 letti al Maggiore di Chieri, dove vi sono pure quattro persone in terapia intensiva. Questa la fotografia fornita dall’Asl TO5, che può quindi contare al momento su 35 posti Covid complessivi (nessuno, al momento, al Santa Croce di Moncalieri).

A Vinovo obbligo di mascherina esteso anche all’aperto

Una situazione decisamente diversa -e migliore- rispetto allo scorso anno, nel cuore della seconda ondata, pre-vaccinazioni. Proprio l’11 novembre 2020, infatti, risultavano occupati 120 posti letto su 121 solo a Carmagnola, con il San Lorenzo che era già da settimane dedicato solamente a pazienti colpiti da Coronavirus.
Ulteriori 139 erano i posti letto nei due altri ospedali dell’Asl, per un totale di 260, oltre sette volte tanto il numero attuale.

Intanto i contagi sul territorio -stando ai dati forniti dalla Regione- continuano ad aumentare quasi ovunque, seppure in modo non troppo rapido: il totale di positivi nei Comuni del Carmagnolese è di 701, di cui 97 a Carmagnola città. L’incremento principale si registra a Sommariva del Bosco, mentre è in lieve calo Vinovo, dopo aver raggiunto e superato i numeri dello scorso marzo.

Covid-19 nel Carmagnolese, i contagi raggiungono i livelli di marzo 2021