Oltre 200 gru al Centro Cicogne di Racconigi, che ha riaperto al pubblico

1291

Grazie al passaggio del Piemonte in “zona gialla” ha riaperto anche il Centro Cicogne di Racconigi, dove nei giorni scorsi sono atterrate oltre duecento gru.

gru racconigi
Ben 205 gru sono atterrate nella zona umida di Racconigi (foto d’archivio di Filippo Marmo, pagina facebook Centro Cicogne e Anatidi-Centro federato LIPU)

Grazie al passaggio del Piemonte in “zona gialla” ha riaperto anche l’oasi del Centro Cicogne e Anatidi di Racconigi, dove nei giorni scorsi sono atterrate oltre duecento gru.

Il centro è oggi visitabile ogni venerdì dalle ore 9:30 alle 18:30; il ristorante invece resta chiuso.

Sebbene non sia necessaria la prenotazione vista l’ampia capienza dell’oasi (2 km di sentieri e 58 posti a sedere nei capanni), si ricorda che l’ingresso è consentito nel rispetto delle norme anti-Covid già stabilite in precedenza con l’autorità sanitaria, pena la chiusura della struttura –spiegano dal Centro- Per tutti i visitatori è obbligatorio indossare la mascherina e rispettare il distanziamento sociale”. 

Intanto la scorsa settimana, in occasione del censimento regionale delle gru svernanti, sono atterrate ben 205 gru nella zona umida di Racconigi, dopo alcune sere in cui ne arrivava una quarantina.

Recuperato un falco pellegrino al Centro cicogne di Racconigi