22 nuovi aderenti alla ReCoSol, tra cui Karmadonne

67

Il gruppo di coordinamento della ReCoSol – Rete dei Comuni Solidali, ha deliberato di accogliere le richieste di divenire soci sostenitori di 20 associazioni, una società cooperativa e una cooperativa sociale.

Recosol logo

Il gruppo di coordinamento della ReCoSol – Rete dei Comuni Solidali, riunitosi nel Comune di Carmagnola, ha deliberato di accogliere le richieste di divenire soci sostenitori, per come previsto dall’articolo 5 dello statuto, di ben 20 associazioni, una società cooperativa e una cooperativa sociale.

Tra queste, anche la carmagnolese Karmadonne, da anni impegnata sul territorio con finalità sovrapponibili a quelle di ReCoSol.

Una rete che si allarga sempre di più, includendo, oltre agli Enti locali che ricoprono il ruolo di soci ordinari, le realtà associative che da nord a sud Italia lavorano ogni giorno per promuovere dal basso una nuova cultura del rispetto dei diritti umani e dell’ambiente -commentano dalla ReCoSol- La solidarietà sociale, la cooperazione, il rispetto della persona e dell’ambiente, valori oggi messi in discussione, sono la base fondante del nostro progetto associativo e il modo migliore per contrapporsi ad una deriva anti-solidaristica è fare “rete”, convinti che questo faciliti lo scambio e la conoscenza di progetti di cooperazione e di promozione della condivisione“.

Questi i nuovi aderenti alla ReCoSol, oltre a Karmadonne: dalla Sardegna Amici di Sardegna, Il Pane e le Rose, Atobiu e Amici Senza Confini; dalla Sicilia la Rete Antirazzista Catanese e Rete delle Città Vicine; dalla Liguria Prima le Persone, Vita Nova, L’Altra Liguria e Comunità San Benedetto al Porto; dalla Calabria Cooperativa Sankarà e Ass. Culturale Jete; dalla Campania Città Meridiana, Cinema e Diritti, Il Villaggio di Esteban, Gruppo Missione Alem OdV e Parthedotè; dal Lazio Polisportiva Ads e Parte Civile; dalla Lombardia Rete Radié Resch; dal Piemonte il Gruppo Bakoy Onlus di Nichelino e Associazione Fuocoammare di Rivalta.

L’intero gruppo di coordinamento e il rappresentante legale della Rete dei Comuni SolidaliGiovanni Maiolo, hanno dato il benvenuto ai nuovi 22 soci sostenitori, sicuri che si instaurerà una proficua collaborazione augurandosi, inoltre, che la rete possa allargarsi sulla scia di queste positive collaborazioni.