Riprendono le visite alla casa di riposo “Villa Loreto” di Moretta

193

Gli anziani ospiti della casa di riposo “Villa Loreto” di Moretta possono tornare a riabbracciare i propri cari, seguendo un protocollo anti-Covid.

Villa Loreto moretta
Sono nuovamente possibili le visite alla residenza per anziani “Villa Loreto” di Moretta

A Moretta riprendono le visite in presenza all’interno della residenza per anzianiVilla Loreto“. Sono due le modalità messe a disposizione dalla struttura per i parenti che desiderano riabbracciare i propri cari: la prima interessa i visitatori che non sono ancora in possesso della vaccinazione anti-Covid, mentre la seconda è per coloro che hanno ricevuto almeno la prima dose di vaccino da più due settimane.

È stata attrezzata, per i non vaccinati, un’area esterna, in giardino, sotto un grande gazebo, dove poter incontrare l’ospite della residenza. I visitatori dovranno essere dotati dei dispositivi di protezione, come mascherina FFP2, ed evitare il contatto diretto con l’anziano. Non ci saranno però vetri o teli a separare le persone. In caso di maltempo resta a disposizione la camera degli incontri interna attrezzata lo scorso inverno.

Stanza degli abbracci alla casa di riposo “Villa Serena” di Carmagnola

“Diverso il caso per chi è vaccinato: si potrà scegliere se incontrarsi al di sotto del gazebo, oppure liberamente nel giardino della struttura –comunicano da “Villa Loreto”- Saranno consentite le passeggiate e i contatti più stretti. L’invito resta comunque, sempre, quello di non abbassare la guardia“.

Le visite all’interno dei reparti al momento non sono ancora autorizzate, se non in situazioni particolari per esigenze di tipo clinico. Solo in quel caso verrà permesso l’accesso con i dispositivi di protezione previsti, in orari programmati e dopo l’esecuzione di un tampone.

La Rsa “Alberto Dalmasso” di Vinovo riapre agli incontri con i parenti

Per ogni tipo di visita restano ovviamente in vigore le regole dello screening preventivo, con rilevazione della temperatura, disinfezione delle mani e prenotazione obbligatoria degli accessi negli orari consentiti. Ogni ospite può ricevere la visita da un massimo di due persone alla volta, che siano preferibilmente nella stessa situazione vaccinale.

Commenta la vicesindaca Emanuela Bussi: “La ripresa delle visite, seppur con importanti accorgimenti, è un altro piccolo, ma importante passo, verso un lento ritorno alla normalità per le strutture per anziani“.

L’Amministrazione di Carmagnola in visita alla Rsa “Il Faggio”