Santena: il Comune rimborsa la Tari alle imprese in difficoltà per il Covid

643

Il Comune di Santena ha stanziato un fondo per il rimborso parziale della Tari (tariffa rifiuti) alle imprese locali colpite dalla pandemia.

Il Comune di Santena rimborsa la Tari alle imprese colpite dall’emergenza sanitaria da Covid-19

La Giunta comunale di Santena ha stanziato 40mila euro da destinare al parziale rimborso dell’imposta sulla raccolta dei rifiuti Tari alle imprese santenesi colpite dalla crisi dovuta al Covid-19.

Possono partecipare al bando le attività iscritte nel registro delle imprese della Camera di Commercio, i lavoratori autonomi e le Partite Iva che siano in regola con i pagamenti alla data del 31 dicembre 2019. Sono escluse invece le attività che durante l’emergenza epidemiologica hanno continuato ad esercitare la propria attività, seppur con limitazioni.

Il contributo è determinato una tantum, per un massimo di tre mensilità della Tari dovuta per l’anno 2020.

Cambiano: contributi alle imprese commerciali e artigiane colpite dal Covid

Il modulo della domanda per accedere al beneficio è disponibile sul sito del Comune di Santena e dovrà essere consegnato, insieme a un documento d’identità, tramite posta elettronica certificata (Pec) all’indirizzo santena@cert.comune.santena.to.it.

“L’Amministrazione e tutto il Consiglio Comunale, ben consapevoli della situazione di difficoltà economica in cui versano le attività santenesi, hanno già cercato di offrire loro sostegno attraverso un parziale rimborso dei canoni di locazione del 2020commenta il sindaco Ugo Baldi- Si è voluto continuare su questa linea, con un ulteriore sgravio per le imprese santenesi proprio su un’imposta come la Tari che, per chi è rimasto chiuso, è stato un esborso importante“. 

Santena: contributi alle attività commerciali in difficoltà per il Covid-19