Santena: iniziative in occasione del Giorno della Memoria e del Ricordo

22

Il comune di Santena ha organizzato numerose iniziative per il Giorno della Memoria e del Ricordo, con l’obiettivo di riflettere sulle tragedie del passato.

Santena ricordo
Lo spettacolo per il Giorno della Memoria si terrà alle ore 21 di sabato 28 gennaio al teatro Elios

Anche quest’anno l’Amministrazione di Santena vuole sottolineare l’impegno e l’importanza del ricordo, per non dimenticare le tragedie che hanno colpito il passato, in modo che siano da insegnamento per il presente, ma soprattutto il futuro: in occasione del Giorno della Memoria del 27 gennaio e della Giornata del Ricordo del 10 febbraio, il Comune ha organizzato diverse iniziative, unendo le due celebrazioni.

Per celebrare il Giorno della Memoria, il 28 gennaio l’associazione Unitre Santena e Cambiano ha programmato una visita al Memoriale della Deportazione di Borgo San Dalmazzo e al Filatoio di Caraglio. Inoltre, la sera del 28 gennaio, alle ore 21, si terrà uno spettacolo a entrata libera con offerta al teatro Elios, in via Milite Ignoto 2.

Giorno della Memoria a Piobesi, si presenta il libro di Brunialti

In preparazione alla Giornata del Ricordo, il 4 febbraio, alle ore 10, si terrà l’omaggio della cittadinanza al Monumento dei Caduti e alle Lapidi, per ricordare le vittime dell’Olocausto e le vittime delle Foibe. Alle 10:30 invece, appuntamento alla biblioteca Enzo Marioni per assistere all’incontro “La questione del Confine Nord Orientale: Il giorno del ricordo, tra memoria e rimozione” con lo storico, politico e giornalista Gianni Oliva, curato dall’associazione culturale Europa.

Il sindaco Roberto Ghio sottolinea: “Anche quest’anno, come Amministrazione, abbiamo unito le celebrazioni delle due giornate dedicate alla Memoria e al Ricordo delle vittime dell’Olocausto e delle Foibe. Crediamo fortemente che sia necessario marcare che le vittime di un genocidio e di assurde guerre devono essere il nostro continuo monito, affinché nulla del genere possa nuovamente accadere.”

Conclude Ghio: “Speriamo che le nuove generazioni possano raccogliere il testimone del passato, perché ciò che è stato resti sempre impresso nel nostro presente e non si ripeta mai più”.

A Racconigi tanti eventi per il Giorno della Memoria