Alla scoperta dei “Segni del Sacro” a Carmagnola

120

Progetto dedicato al censimento e allo studio di tutti i monumenti del territorio di Carmagnola che rappresentano immagini sacre. “I segni del sacro” sarà presentato venerdì 14 dicembre in biblioteca.

 

I segni del Sacro a Carmagnola
La locandina dell’iniziativa “I segni del sacro” a Carmagnola

Venerdì 14 dicembre -alle ore 21 nella sala Solavaggione della biblioteca civica, in via Valobra 102- è in programma la presentazione dell’iniziativa “I segni del sacro”.

Il progetto ha come obiettivo il censimento, lo studio e la catalogazione di tutti quei monumenti del territorio che rappresentano immagini sacre: dai piloni votivi agli affreschi, dalle edicole alle cappelle di più grandi dimensioni, per recuperare e valorizzare la testimonianza di una devozione popolare secolare.

A ciò si aggiunge il lavoro di studio e catalogazione di oltre 400 manifesti devozionali conservati nel museo tipografico Rondani, databili tra il Settecento e l’Ottocento, e stampati tra Torino, Saluzzo e Carmagnola su committenza di confraternite e corporazioni di mestiere.

Il progetto “I segni del sacro” è realizzato dalla Fondazione di Comunità e dall’Opera Pia Cavalli, in collaborazione con il Centro Studi Carmagnolesi e l’Associazione MuseInsieme ed è patrocinato dal Comune di Carmagnola.

Una parte significativa di questo progetto riguarda inoltre il diretto coinvolgimento delle scuole locali nel processo di progettazione di una mostra, che verrà inaugurata la prossima primavera, e di ideazione di itinerari rivolti alla comunità, che vedono in particolare la collaborazione dell’Istituto scolastico superiore “Baldessano – Roccati”.

L’incontro sarà anche occasione per parlare delle molte iniziative avviate durante il 2018 dalla Fondazione di Comunità, nata nel 2015 con il sostegno della Compagnia di San Paolo e su impulso dell’Amministrazione comunale, che ha come finalità la diffusione della cultura del “dono” all’interno della Comunità locale.