Un accordo a Carmagnola per il riciclo dei rifiuti agricoli

518

Essendo cambiate le regole per la raccolta differenziata nelle aziende agricole, il Comune di Carmagnola e il Consorzio del Peperone hanno siglato un accordo per il ritiro dei rifiuti agricoli da parte di un’azienda specializzata.

rifiuti agricoli carmagnola
Annunciate nuove modalità per la raccolta differenziata dei rifiuti agricoli a Carmagnola [immagine di repertorio]
Dopo i cambiamenti introdotti a livello nazionale nella normativa che riguarda i rifiuti agricoli e industriali, il Comune di Carmagnola e il Consorzio del Peperone hanno studiato soluzioni alternative per agevolarne la raccolta e lo smaltimento.

«L’Amministrazione darà la disponibilità di piazza Italia per portare i teli e altri materiali agricoli al foro boario, da utilizzare come centro raccolta, spiega il vicepresidente del Consorzio, Roberto Gerbino.

Abbiamo quindi contattato una grande ditta che si occupa del riciclo di questi materiali, la Tavellin, e fatto un accordo -prosegue Gerbino- Loro recupereranno gratuitamente tutto il materiale dei teli delle serre, le manichette e certe varietà di tubi rigidi di testata da irrigazione, con l’unico obbligo di consegnarli divisi tra di loro (se mischiati, verranno smaltiti a pagamento, ndr) e non eccessivamente sporchi“.

Il peperone di Carmagnola è in ottima forma, ma mancano i giovani

Altra condizione: quando ci sarà la raccolta, il materiale dovrà restare sui rimorchi e non essere scaricato a terra. Su altri materiali -come i teli da fasciatura rotoballe, copertura trincee o pacciamature- è stato invece ottenuto un prezzo molto concorrenziale.

La data della giornata di raccolta dei rifiuti agricoli a Carmagnola non è stata ancora fissata e sarà, realisticamente, a inizio 2022. «Nel frattempo, comunque, nulla vieta agli agricoltori carmagnolesi che hanno un carico completo di contattare la ditta e concordare lo smaltimento direttamente in azienda -conclude Gerbino- Noi del Consorzio siamo a disposizione per ogni chiarimento: ci siamo posti il problema dell’ambiente e abbiamo trovato una soluzione a vantaggio di tutti».

Nuovi cartelloni “Carmagnola, città di agricoltura, commercio e mercati”