Villastellone, voci al femminile: due incontri per gli allievi della scuola media

550

Le classi della scuola media di Villastellone hanno partecipato a due incontri del ciclo “Voci al femminile”, con Luciana Rizzotti, esule istriana, e con la scrittrice svizzera Marie-Christophe Ruata-Arn.

voci al femminile villastellone
La signora Luciana Rizzotti, esule istriana, ha incontrato le classi terze della scuola media villastellonese

“Voci al femminile: tra memoria storica e creazioni letterarie” è il tema di un ciclo di due incontri a cui hanno partecipato alcune classi della scuola media di Villastellone. Sono state ospiti dell’istituto Luciana Rizzotti, esule istriana, e la scrittrice svizzera Marie-Christophe Ruata-Arn.

Luciana Rizzotti ha raccontato la sua esperienza di esule, fuggita per poter sopravvivere alle pagine drammatiche della questione istriana, che ha avuto come conseguenza le stragi delle foibe.

“I ragazzi hanno ascoltato con partecipazione e vivo interesse le parole della signora, che ha narrato con precisione le vicende della sua famiglia e della sua vita. Le hanno posto numerose domande, a cui ha risposto pazientemente, e, in alcuni passaggi, con grande emozione, trasmettendo quella straordinaria forza d’animo con la quale ha sempre affrontato tutte le avversità della vita”, spiega la professoressa Noemi Curcio.

voci al femminile villastellone
La scrittrice svizzera Marie-Cristophe Ruata-Arn ha presentato i propri libri alle classi seconde e alle terze. L’incontro è stato reso possibile dal Gruppo di Lettura di Carmagnola e dalla libreria Corgiatti-Rossetti di Carmagnola

Di altro tenore l’incontro con la scrittrice Marie-Christophe Ruata-Arn, autrice dei libri per ragazzi “Matilda un’ora indietro” e “Sette rose per Rachel”, di cui ha parlato alle classi.

“Lei, vulcanica e simpatica, ha subito conquistato la platea con una serie di domande molto semplici: “Credete nei fantasmi? Il vostro gatto fissa il vuoto? Sicuro che sia il vuoto e non stia dialogando con uno spettro? -continua la professoressa Curcio- Agganciandosi ai panorami villastellonesi, che sembrano essere uno sfondo perfetto per i suoi testi, misteriosi e accattivanti, Ruata-Arn è riuscita ad interessare, tramite la sua simpatia e la sua allegria, il pubblico dei ragazzi, che hanno seguito l’incontro con interesse e attenzione”.

“Making Art”, progetto per la disabilità alla biblioteca di Villastellone