Carmagnola capitale italiana del Libro, unanime il Consiglio comunale

157

Il Consiglio comunale, all’unanimità, ha approvato una mozione di sostegno alla candidatura di Carmagnola a Capitale italiana del Libro 2026.

Carmagnola Capitale italiana del Libro
Carmagnola punta a diventare la Capitale italiana del Libro 2026: dal Consiglio comunale il primo passo ufficiale per la candidatura

Il Consiglio comunale, all’unanimità, ha approvato una mozione presentata da Fratelli d’Italia a sostegno della candidatura di Carmagnola a Capitale italiana del Libro 2026.

La proposta –avanzata dalla sindaca Ivana Gaveglio a chiusura del festival letterario Letti di Notte– trova così piena legittimazione politica, con un impegno da parte di tutte le forze di maggioranza e di opposizione unite nel tentativo di realizzare l’ambizioso progetto.

«Carmagnola candidata a diventare la Capitale della Lettura d’Italia»

«Premesso che da anni sul territorio di Carmagnola si svolgono manifestazioni culturali di spessore che richiamano sempre più pubblico e che risultano sempre più apprezzate, riteniamo opportuno che il percorso culturale avviato possa raggiungere un apice e un riconoscimento di livello nazionale», si legge nel documento approvato da tutti i consiglieri.

La mozione cita quindi esplicitamente “la grande quantità di pubblico presente alle ultime edizioni di Letti di Notte“, oltre alle numerose serate a tema letterario organizzate nell’ambito del Mese della Cultura e di Portici da Leggere.

Edizione-record per Letti di Notte Carmagnola: i video

«Sul nostro territorio sono attive numerose associazioni che si stanno impegnando al fine di dare alla lettura e ai libri un ruolo di primo piano all’interno della loro vita associativa -aggiungono i consiglieri nel dare il loro pieno supporto alla candidatura- Inoltre, nel 2022, Carmagnola aveva già ottenuto la qualifica di “Città che legge” del Centro per il libro e la lettura».

Il documento fa anche riferimento ai lavori in corso grazie ai fondi del PNRR, che proprio entro il 2026 dovrebbero concludersi con la riqualificazione della biblioteca civica e la realizzazione del nuovo teatro comunale nella chiesa di San Filippo.

Nuovo teatro civico di Carmagnola: ecco come potrà essere

La mozione, che è stata presentata dal capogruppo di FdI Lorenzo Stella, dà quindi mandato a sindaco e Giunta affinché preparino un dossier di candidatura “ricco di attività e progetti” con cui presentare al meglio Carmagnola al bando per diventare Capitale italiana del Libro.

«Il lungo percorso di avvicinamento a un evento di tale portata, che ci si aggiudichi o meno il bando, potrebbe in ogni caso rendere ancor più vivace un ambiente culturale già molto attivo e fervido -commenta Stella, riprendendo quanto riportato anche dal documento- Non dimentichiamo però che, nonostante l’emozione che la dichiarazione del sindaco ha suscitato, per riuscire ad aggiudicarsi un bando che ancora non è stato ufficialmente pubblicato il percorso sarà lungo e si dovrà lavorare molto sul dossier da presentare per la candidatura».

La biblioteca di Carmagnola diventerà uno spazio culturale multi-funzione