Il carmagnolese Mattia Molinero vincitore del torneo europeo X-Wing

687

Il primo classificato del torneo europeo di Star Wars, X-Wing, è il carmagnolese Mattia Molinero, che ha giocato con il team TNT X-Wing Torino al Miniacs.

Il primo classificato del torneo europeo di Star Wars, X-Wing, è il carmagnolese Mattia Molinero, che ha giocato con il team TNT X-Wing Torino al Miniacs.
Il MINIACS, a cui ha partecipato la squadra TNT X-Wing Torino con il carmagnolese Mattia Molinero, si è svolto a Milano
È un carmagnolese il vincitore europeo di Star Wars X-Wing: si tratta del giovane Mattia Molinero, che ha partecipato al campionato svoltosi a Milano affiancato dalla squadra torinese TNT.
Tenutasi nella cornice del MINIACS, fiera dedicata al mondo delle miniature, la competizione ha visto giocatori provenienti da tutto il mondo, giunti per partecipare ai mondiali di Warhammer Age of Sigmar e al campionato europeo di Star Wars.

Dopo le chiusure causate dal Covid, è stato un momento di ritrovo per tutta la comunità di giocatori, pronti a sfidarsi a Warhammer 40.000 o Warhammer Fantasy Battle –spiega Mattia Molinero X-Wing è il secondo wargame più giocato al mondo, con miniature del mondo di Star Wars“. 

Il carmagnolese Mattia Gianotti primo italiano all’IronBike 2021

“Il Carmagnolese” ha quindi intervistato Mattia Molinero, neo-campione europeo del celebre gioco di ruolo.

Come si è rivelata l’esperienza?
È stato un bel ritrovo: all’interno della community si sono stretti vari legami di amicizia, nati girando per l’Europa, durante i vari tornei. Il gioco ha un mondo intorno a sé, che dà la possibilità di confrontarsi con le altre squadre e di incontrare nuovamente persone conosciute anni prima.”

Quando è nata la tua passione per X-Wing?
Mi sono avvicinato a questo tipo di giochi negli anni delle scuole medie, prima con il Signore degli Anelli, poi con Warhammer 40.000. Solo in seguito sono entrato in un gruppo di giocatori di Torino, che giocava a X-Wing, circa nel 2017.

Come è vivere in questa comunità di giocatori?
Credo che il wargame costituisca un punto di contatto tra le generazioni, dai 25 anni fino a oltre i 50. L’ambiente è bello e molto stimolante, anche perché la community italiana è molto attiva. La Nazionale italiana è diventata campione del mondo, nella categoria a squadre, ad agosto, subito prima del MINIACS, per cui siamo arrivati all’Europeo -che abbiamo vinto- sulle ali dell’entusiasmo.

Dopo la vittoria di quest’anno, hai intenzione di partecipare ad altri tornei?
Sì: dall’anno prossimo, vorrei ricominciare a giocare all’estero, dove c’è un circuito molto forte legato a questo mondo. Quest’anno si terranno inoltre i campionati nazionali a squadre, a cui parteciperò anche con il gruppo TNT di Torino, e in seguito le qualificazioni per partecipare al campionato mondiale, negli Stati Uniti.

Stagione d’oro per la ballerina carmagnolese Elisa Perrone