Poirino: “Festa del camposanto” in ricordo della peste del Seicento

417

Domenica 19 settembre a Poirino è in programma la “Festa del camposanto”, celebrata per ricordare la sconfitta della peste nel 1630. Previsto anche un momento in memoria delle vittime del Covid.

cimitero di poirino festa del camposanto
Domenica 19 settembre a Poirino si celebra la “Festa del camposanto”

Nel Comune di Poirino si terrà, domenica 19 settembre 2021, una nuova edizione della “festa del Camposanto“, per celebrare la sconfitta della peste nel 1630 e ricordare le vittime della pandemia.

“Durante la pestilenza del 1630 i poirinesi fecero voto di costruire, in caso di debellamento dell’epidemia, una chiesa dedicata a San Lazzaro -fanno sapere gli organizzatori- Cessato il contagio, la chiesa venne eretta nel 1632 sul luogo del lazzaretto”. 

Da quel momento in poi si cominciò a festeggiare ogni anno, presso la chiesetta, la ricorrenza della fine della peste; celebrazione ufficializzata nel 1769 da Papa Clemente XIV.

Un acero alla Teksid di Carmagnola “per ricordare le vittime del Covid”

“Affievolitosi col tempo il ricordo della peste, e abbattuta la chiesetta di San Lazzaro nel 1835 per ampliare il cimitero, la ricorrenza annuale ha assunto la denominazione popolare di “Festa del Camposanto” –continuano gli organizzatori- La celebrazione prosegue tutt’ora con grande partecipazione dei poirinesi che ritornano, anche da lontano, a ritrovare i propri defunti la terza domenica di settembre”. 

Questo il programma completo della manifestazione.

  • Alle ore 10 verrà celebrata la santa messa davanti alla chiesa del camposanto, nel rispetto delle disposizioni anti-Covid.
  • Alle ore 11 verrà piantato e benedetto un ulivo a memoria di tutte le vittime del Covid, un momento fortemente voluto dall’Amministrazione comunale.
  • Infine, alle ore 15, ci sarà il rosario davanti alla chiesa del camposanto.

Carmagnola ricorda le vittime della pandemia Covid-19