Amaro “Vecchia Vinovo”, la ripartenza che si ispira al passato

1151

Il negozio “Colori&Sapori” propone bottiglie di amaro dedicate alla vecchia Vinovo di un tempo, abbinate a cartoline storiche: un’idea originale per rilanciare l’attività e valorizzare il proprio territorio.

amaro vecchia Vinovo
Le immagini utilizzate come etichette delle bottiglie dell’amaro “Vecchia Vinovo” rappresentano il municipio di Vinovo e il castello Della Rovere

L’idea di abbinare gli amari a cartoline storiche della zona, inserendo le immagini nell’etichetta, è nata quasi per gioco””: così esordisce Loretta Migarone, proprietaria insieme alla figlia Elisa Marras del negozio Colori&Sapori a Vinovo, ideatrici dell’amaro “Vecchia Vinovo”.

Le due donne avevano rilevato l’attività, situata in via Marconi 54, nel gennaio 2020 ed erano state poi costrette a chiudere poche settimane dopo l’apertura, a causa del lockdown nazionale primaverile.

Ma non si sono fatte abbattere dalle circostanze e hanno dato vita a una proposta interessante sia per i turisti sia per gli acquirenti locali: la combinazione tra il gusto intenso dell’amaro, prodotto da una distilleria di Canelli, e il piacere di osservare immagini storiche che sembrano uscite da un altro tempo.

L’ispirazione che ha dato vita al progetto è venuta dalla mostra “Saluti da Vinovo”, curata da Massimiliano Brunetto, che ha portato all’interno della suggestiva cornice del castello Della Rovere una raccolta di circa 200 cartoline storiche. La mostra è al momento  chiusa a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

“Saluti da Vinovo dal ‘900 ad oggi”, con oltre duecento cartoline in mostra

“Le cartoline storiche portano con sé il fascino inalterato di un passato che non esiste piùcommenta Brunetto, curatore della mostra- Visto l’interesse mostrato dalle due proprietarie di “Colori&Sapori” per le cartoline, ho colto l’occasione per far vedere la mostra in anteprima a Elisa Marras e lì è avvenuta l’ispirazione per creare le etichette dell’amaro “Vecchia Vinovo”.

L’immagine sulla prima etichetta è presa da una cartolina e rappresenta il municipio di Vinovo. Per quanto riguarda la seconda etichetta invece, la scelta non è caduta su una delle tante cartoline esposte, ma su un’incisione originale di proprietà dello stesso Brunetto che rappresenta il castello Della Rovere.

L’idea quindi è nata da una stretta collaborazione tra cittadini vinovesi che, in questo periodo di difficoltà, si sono uniti per dare vita a un prodotto di qualità.
“Il nostro è un negozio storico della città di Vinovo, con più di cinquant’anni di vita –conclude la proprietaria Loretta Migarone- Speriamo, attraverso i nostri prodotti, di far conoscere sempre di più questo splendido territorio”. 

“A Natale, io compro locale”: sosteniamo le attività del territorio!