“Amici della Sacra” a Racconigi per una catalogazione campanaria

153

La scorsa settimana a Racconigi l’associazione “CampaneTo – Amici della Sacra” ha catalogato le campane delle chiese di San Giovanni Battista e di Santa Maria Maggiore.

L’associazione “CampaneTo – Amici della Sacra” all’opera nel Comune di Racconigi

Nei giorni scorsi l’associazione “CampaneTo – Amici della Sacra” ha effettuato la catalogazione dei concerti campanari delle chiese di San Giovanni Battista e di Santa Maria Maggiore in Racconigi.

Il gruppo, che si occupa della valorizzazione e della tutela del patrimonio campanario del Piemonte, aveva già effettuato lo scorso anno un sopralluogo nella città, per catalogare il concerto della chiesa dell’Annunziata (San Domenico) e suonare le campane durante la processione della Madonna del Rosario.

Racconigi, uno spettacolo della compagnia ALDES alla rassegna Raccordi

La catalogazione è iniziata dal parrocchiale di San Giovanni dove lo staff è salito nella cella campanaria per visionare e reperire le iscrizioni presenti sulle quattro campane della torre.

La campana maggiore è stata fusa nel 1821 dai fratelli Vallino di Bra ed è dedicata a San Giovanni Battista “patrono principale della città di Racconigi”. La seconda campana è originaria del 1737 e rifusa nel 1786 da Bartolomeo Bertoldo. La terza è la “campana della molto veneranda confraternita della Misericordia di Racconigi” ad opera dei fratelli Vallino, che la fusero nel 1822. Venne trasferita dalla confraternita al campanile di San Giovanni nel 1998 a causa dell’incrinatura del precedente bronzo, ora conservato in sacrestia. La campana piccola risale al 1877, fusa sempre da Vallino di Bra sotto il priorato di Pennazio. 

Dopo San Giovanni i membri del gruppo hanno visionato il concerto organizzato a Santa Maria maggiore.

Parte a Racconigi un cantiere di lavoro per persone con disabilità

Le cinque campane sono intonate in scala di DO diesis maggiore, collocate su un castello in ghisa costruito nel 1971 e sono disposte sull’incastellatura lignea originale. 

Il campanone è l’unica campana superstite del concerto originario ed è stato fusa dai fratelli Vallino di Bra nel 1894. È dedicata al Corpo di Cristo e alle anime del Purgatorio. Le quattro campane minori invece sono state rifuse nel 1971 dalla fonderia pontificia Colbachini di Padova. Sul bronzo, oltre alla raffigurazione di diversi santi, è riportato lo stemma del fonditore con l’anno di realizzazione.

Al termine delle ricerche sono state eseguite alcune suonate per la registrazione dei suoni tra cui una suonata solenne “alla romana” e una distesa completa. I censimenti sono stati effettuati da Marco Di Gennaro e Andrea Alesso in accordo con il parroco don Maurilio Scavino.

Distribuiti a Racconigi volantini per il piano di contenimento del colombo