Anche Casalgrasso si adopera a favore dell’Ucraina

519

È stata un grande successo la raccolta a favore dei profughi dell’Ucraina, organizzata a Casalgrasso da Anna Massimino. I beni sono stati spediti a Baia Mare in Romania, dove opera padre Albano Allocco.

Casalgrasso Ucraina
Alcuni dei beni alimentari e di prima necessità donati dai cittadini di Casalgrasso per i profughi ucraini

“L’iniziativa è nata un po’ per caso, grazie alla mia conoscenza personale con padre Albano Allocco, che opera in Romania, dove gestisce un centro per bambini e adulti in difficoltà e, al momento, anche una rete di accoglienza per i profughi ucraini“: a raccontarlo è Anna Massimino, cittadina di Casalgrasso che ha organizzato una raccolta di beni a favore dell’Ucraina.

Sono state donate coperte, abiti pesanti da uomo, donna e bambino e anche generi alimentari e di prima necessità.

“La risposta dei cittadini di Casalgrasso al mio appello è stata da subito positiva: sono state donate tantissime cose, anche nuove, e il primo carico di prodotti ha già raggiunto la Romania, luogo di passaggio per moltissimi profughi –continua Massimino- Sono stata piacevolmente colpita dalla cura e dall’attenzione dei cittadini, che mi hanno consegnato i prodotti già divisi nelle scatole, in modo che avessimo meno lavoro da fare”. 

Conclude Massimino: “La raccolta è stata fatta a casa mia, dove lo spazio è comunque limitato, ma con il sindaco Donetto stavamo pensando di organizzarne una più grande, a livello comunale, per chi volesse ancora donare”. 

A Casalgrasso un progetto a favore delle api