Aperilibro “granata” alla Vigna con Beppe Gandolfo

264

Gandolfo, giornalista Mediaset, ospite giovedì sera del Gruppo di Lettura Carmagnola, con due libri sul Torino Calcio: “Meroni l’artista campione” e “Tutto il Toro del Mondo”, dedicato a Emiliano Mondonico.

 

Si tinge di granata l’ultima serata della stagione primaverile dell’Aperilibro 2019 prima della pausa estiva (ma, soprattutto, prima dell’inizio del festival letterario “Letti di notte”), in programma giovedì 30 maggio: ospite speciale sarà infatti il giornalista Beppe Gandolfo, con due libri dedicati al Torino Calcio.

Aperilibro Meroni Beppe GandolfoIl primo, “Meroni l’artista campione”, è dedicato all’indimenticato calciatore morto in un incidente stradale la sera del 15 ottobre 1967. «Sono passati 50 anni e l’icona di quel giocatore, che in campo disegnava arabeschi calcistici e fuori dipingeva apprezzati quadri, non è per nulla sbiadita-spiegano dal Gruppo di Lettura Carmagnola, che organizza l’incontro- Anzi: Gandolfo ne tratteggia le note biografiche, dai primi calci all’oratorio di Como al Genoa, quindi il Toro e la Nazionale, come un attento cronista, ed è altrettanto puntuale nell’inserire Meroni, artista calciatore, nel contesto di quei formidabili anni Sessanta che cambiarono il nostro mondo. Meroni, in campo, riesce a far apparire facili anche le cose più difficili; e così anche nella vita, semplice, trasparente, genuino, semplicemente unico. Sono gli anni della “Fantasia al potere” e lui traduce questo slogan nel suo modo di giocare e di vivere. Straordinario in campo e fuori, con i vestiti stravaganti, con le auto storiche o fuoriserie, con la vita da artista, un po’ bohemien. Per lui la Torino granata scende addirittura in piazza quando si ventila l’ipotesi di un passaggio alla Juventus».

Il secondo volume che Gandolfo presenterà all’Aperilibro carmagnolese è “Tutto il Toro del Mondo”, celebrazione dell’allenatore Emiliano Mondonico e del suo mezzo secolo con il Toro. Dall’esordio in campionato con la maglia granata, acquistato proprio per sostituire Meroni, fino alla “sedia di Amsterdam” e all’ultimo trofeo vinto, la Coppa Italia del 1993. «Gandolfo, che come cronista ha seguito per anni il Toro di Mondonico, racconta la storia di un giovane che si fece espellere per poter andare a vedere un concerto dei Rolling Stones, di un calciatore che esordisce in serie A nel Torino con un gol che significa vittoria ma che poi si perde per poca voglia di sacrificarsi per il pallone: forse, proprio per questo, diventa un allenatore vincente, perché ha saputo coniugare i piedi con la testa, ma soprattutto ha saputo usare quell’arma formidabile che è il cuore».

Aperilibro Beppe GandolfoL’autore, Beppe Gandolfo, è torinese, classe 1959. Dalle televisioni locali è approdato alla redazione dell’Ansa di Torino, occupandosi di cronaca e sport. Dal 1998 è il corrispondente Mediaset per il Piemonte e la Valle d’Aosta. Autore di numerosi libri di cronaca, ha anche scritto insieme ad Aldo Rabino il libro “Il mio Toro, la mia missione”, vincitore del Premio Selezione Bancarella Sport 2013.

La serata dell’Aperilibro avrà inizio alle 19,30, sempre alla Trattoria della Vigna in via San Francesco di Sales 188, con la formula antipasti a buffet, primo, acqua e caffè a 12 euro.
Prenotazione fortemente consigliata al 392-5938504.