Autovelox fisso di Salsasio, Frappampina chiede l’accesso agli atti

675

Il consigliere di opposizione Roberto Frappampina (Il futuro di Carmagnola) ha presentato una richiesta di accesso agli atti relativi all’autovelox fisso tra Salsasio e Carignano.

autovelox salsasio
Ancora l’autovelox di Salsasio nel mirino dell’opposizione: il consigliere Frappampina ha fatto richiesta formale di accesso agli atti per conoscere le ragioni dell’installazione in quel tratto della Strada Provinciale 20 tra Carmagnola e Carignano

Con domanda formale, il consigliere Roberto Frappampina (capogruppo de “Il futuro di Carmagnola”) ha presentato in Comune una richiesta di accesso agli atti relativi all’autovelox fisso tra Salsasio e Carignano.

In particolare, l’esponente civico dell’opposizione ha chiesto di poter vedere “tutti gli atti prodotti da Consiglio comunale, Giunta, assessori e sindaco, compresi gli atti degli uffici preposti, in merito all’acquisizione, installazione, collaudo e omologazione dell’autovelox collocato sulla SP20 via Torino, al km 16+600“, oltre alle autorizzazioni concesse da Città metropolitana di Torino e Prefettura.

Autovelox fisso di Carmagnola, incassi per 3,7 milioni: polemica in Consiglio

Frappampina, inoltre, vuole sapere ufficialmente i numeri relativi a incidenti, feriti e decessi registrati nel tratto di strada controllato dal velox nell’ultimo quinquennio, dal 2016 al 2021, nonché i dati relativi al passaggio annuale di veicoli.

In qualità di consigliere comunale intendo capire se il dispositivo installato è idoneo alle necessità della strada in questione e se la sua installazione sia stata preceduta da adeguati studi che comprovino l’effettiva pericolosità di quel tratto stradale“, commenta.

Bosco urbano di Carmagnola, Frappampina: “serve maggiore attenzione”

Proprio Frappampina, nei mesi scorsi, aveva già sollevato la questione dell’autovelox di Salsasio in Consiglio comunale, chiedendo in particolare che venisse potenziata la segnaletica di avviso per gli automobilisti (a partire da quella orizzontale) e di valutare la possibilità di innalzare il limite dagli attuali 70 km/h ai precedenti 90 chilometri orari.

In passato anche il centro-sinistra aveva preso di mira il velox fisso, accusando l’Amministrazione di averlo installato “per fare cassa” più che per tutelare la sicurezza stradale.

Autovelox a Carmagnola, il Pd attacca: “l’obiettivo è fare cassa”