Carmagnola: Consiglio comunale per la prima volta in videoconferenza

246

Giovedì 26 marzo 2020 è in programma la prima seduta in videoconferenza (causa Coronavirus) della storia del Consiglio comunale di Carmagnola.
Dieci i punti all’ordine del giorno, tra cui un’interpellanza e una mozione del Pd legate all’emergenza sanitaria. Non è prevista la diretta online.

consiglio comunale videoconferenza carmagnola
Prima seduta in videoconferenza online per il Consiglio comunale di Carmagnola: solo il presidente Paolo Sobrero si collegherà dall’aula in municipio

Si terrà giovedì 26 marzo, alle ore 18, la prima seduta in videoconferenza della storia del Consiglio comunale di Carmagnola.

Un provvedimento che si è reso necessario come misura di contrasto al diffondersi del contagio da Coronavirus -spiega Paolo Sobrero, presidente del Consiglio comunale carmagnolese- Grazie all’ANCI, l’Associazione nazionale dei Comuni, avremo a disposizione una piattaforma online certificata e autorizzata, che rende valide le votazioni effettuate a distanza“.
Ogni voto, a maggior tutela della regolarità dello stesso, avverrà comunque per chiamata nominale di ciascun singolo consigliere.

La seduta, per ragioni tecniche legate allo sviluppo della piattaforma stessa, non sarà pubblicamente visibile in diretta streaming: vi potranno accedere solo i consiglieri comunali, il sindaco Ivana Gaveglio e la sua Giunta e il segretario comunale.
Il file digitale sarà comunque messo a disposizione in rete successivamente, nel più breve tempo possibile, mentre i verbali ufficiali per iscritto verranno sostituti da registrazioni audio.

Il presidente Sobrero trasmetterà, in solitaria, dalla sala del Consiglio comunale, in municipio; il sindaco sarà nel suo ufficio, mentre tutti gli altri si collegheranno da casa.
Speriamo che le connessioni di tutti reggano -confida Sobrero- Siamo ovviamente in una fase ancora sperimentale, anche se abbiamo già realizzato due collegamenti di prova, per prendere dimestichezza con il nuovo sistema“.

I punti all’ordine del giorno sono dieci.
Dopo le comunicazioni del Presidente e del sindaco, sarà discussa l’unica interpellanza, presentata dal Pd in merito all’intervento di lavaggio delle strade anti-Coronavirus, e una mozione, sempre a firma del consiglieri del Partito Democratico.

Si tratta di due documenti che abbiamo ritenuto doveroso mettere in discussione, anche per fare chiarezza rispetto ai dubbi emersi tra la popolazione in queste settimane di emergenzaspiega il capogruppo Dem, Paolo Sibona, che si augura comunque un rapido ritorno alla normalità anche nello svolgimento del Consiglio comunale- Abbiamo comunque scelto di tenere un profilo basso, rifuggendo dalla polemica politica, per il bene della città: è inutile alimentare polemiche e isteria collettiva“.

I punti successivi, oltre all’approvazione dei verbali della seduta precedente, riguardano una variazione al bilancio di previsione pluriennale, un riconoscimento di legittimità di debito fuori bilancio derivante da sentenza del Tar, la sdemanializzazione del suolo pubblico su parte di piazza Enrico Berlinguer e di via Giacomo Piscina, un intervento su un’area a servizi comunali e la proposta di partenariato di iniziativa privata per la realizzazione e gestione del nuovo canile municipale, con inserimento nel programma dei lavori pubblici.