«Subito a Carmagnola un Consiglio comunale straordinario sull’ospedale unico»

422

Partito Democratico e Carmagnola Civica chiedono la convocazione urgente di un Consiglio comunale straordinario per parlare dell’ospedale unico Asl TO5.

nuovo ospedale unico a cambiano consiglio comunale carmagnola
Visuale dall’alto dell’area del sito candidata come sede del nuovo ospedale unico dell’Asl TO5

«La Regione Piemonte chiarisca la situazione dell’ospedale unico dell’Asl TO5»: lo chiedono i rappresentanti del centro-sinistra di Carmagnola, che hanno chiesto la convocazione urgente di un Consiglio comunale straordinario per parlare del tema.

Contemporaneamente, Partito Democratico e Carmagnola Civica hanno presentato un Ordine del Giorno, che vorrebbero far approvare dall’aula e inviare a Cirio e ai suoi assessori, chiedendo loro di venire in città per spiegare la questione.

Ospedale Asl TO5, il Consiglio regionale del Piemonte ha scelto definitivamente l’area di Cambiano

«La Regione, che da tempo fa promesse sull’ospedale unico ma non ha mai avuto nelle proprie casse i fondi necessari per costruirlo in autonomia, ha recentemente dichiarato che anche le risorse messe a disposizione dall’INAIL, a fronte dell’aumento dei costi del progetto, non sono più sufficienti per completare l’opera» dichiarano preoccupati i consiglieri di centro-sinistra, spiegando la loro richiesta.

«Carmagnola sta pagando e paga da anni l’assenza dell’ospedale unico, dal momento che il San Lorenzo non può corrispondere tutte le prestazioni necessarie e larga parte della cittadinanza è costretta a spostarsi, anche fuori Asl, per visite e interventi -proseguono da PD e Carmagnola Civica- A peggiorare la situazione di cui sopra, il nostro ospedale ha visto, negli anni, il ridimensionamento e la chiusura di servizi fondamentali ed è stato oggetto di politiche contraddittorie da parte dell’Azienda Sanitaria e della Regione».

Nuovo ospedale Asl TO5, ok dai sindaci al sito di Cambiano

Le richieste che l’opposizione vorrebbe far approvare dal Consiglio riguardano quindi due aspetti: l’organizzazione in tempi brevi un incontro con la sindaca di Carmagnola e una rappresentanza di tutte le forze politiche localiper fornire chiarimenti e risposte sulla situazione del progetto») e la possibilità di inviare un proprio rappresentante a un incontro pubblico sul tema, «in modo da permettere a tutti i cittadini di fare domande e avere una visione completa e chiara della situazione».

Per ora la richiesta di un Consiglio comunale straordinario è stata formulata e ufficializzata; adesso l’Amministrazione ha 20 giorni di tempo per convocarlo. «Ci auguriamo però che ciò avvenga prima del termine massimo, vista l’urgenza di questo tema», commenta la capogruppo PD Sabrina Quaranta, segretaria cittadina “in pectore” del Partito Democratico.

Sabrina Quaranta indicata come futura segretaria del PD di Carmagnola