Carmagnola, tornano le misure anti-inquinamento: limitazioni per auto e riscaldamento

509

Sono tornate in vigore anche a Carmagnola le misure anti-inquinamento previste nel bacino padano durante i mesi autunnali e invernali, con limitazioni ai veicoli più inquinanti e regole per i riscaldamenti. Ecco tutti i dettagli.

misure anti inquinamento carmagnola 2023 2024
Divieto di sosta con il motore acceso per tutti i veicoli, indipendentemente dalla categoria ambientale (foto di Simone Ramella @ Flickr)

Con un’ordinanza del sindaco Gaveglio, già in vigore, sono tornate anche a Carmagnola le misure anti-inquinamento, che coinvolgono sia i veicoli più inquinanti che il riscaldamento domestico.

Si tratta dell’applicazione a livello locale di quanto previsto in tutti i Comuni principali del Torinese, del Piemonte e del bacino padano. Per tutte le deroghe, consultare il testo integrale dell’ordinanza sul sito del Comune di Carmagnola.

Inquinamento dell’aria a Carmagnola, pubblicati i nuovi dati

Per quanto riguarda il traffico, queste le regole in vigore, che si applicano in tutto il centro cittadino, a San Bernardo e a Salsasio, pur mantenendo libera la circolazione sulle principali vie di transito e di accesso ai parcheggi, anche nel centro storico (qui il dettaglio delle aree interessate e delle vie percorribili):

  • divieto di circolazione 24 ore su 24, tutti i giorni festivi compresi, per i veicoli fino all’Euro 2 benzina o diesel e all’Euro 1 se alimentati a GPL o a metano;
  • divieto di circolazione dalle 8 alle 19 nei giorni feriali (dal lunedì al venerdì), fino al 15 aprile 2024, dei veicoli Diesel Euro 3 ed Euro 4;
  • divieto di circolazione 24 ore su 24, tutti i giorni festivi compresi, fino al 15 aprile 2024, per i ciclomotori e ai motocicli Euro 0 ed Euro 1.

Per tutti i veicoli -indipendentemente dalla classe di emissioni- vi è inoltre il divieto assoluto di sostare con il motore acceso.

misure anti inquinamento carmagnola
La cartina dettagliata delle misure anti-inquinamento in vigore a Carmagnola nel periodo autunnale e invernale, con le vie percorribili e i parcheggi autorizzati per tutti i tipi di veicoli [click per ingrandire]
I provvedimenti di blocco della circolazione nei giorni feriali possono estendersi anche ai Diesel Euro 5 qualora l’apposito “semaforo” della qualità dell’aria a livello regionale diventi arancione (tre giorni di sforamenti consecutivi); in tal caso i veicoli Diesel fino all’Euro 4 vengono fermati anche il sabato e nei festivi dalle 8 alle 19.

In caso di “semaforo ambientale” rosso, il divieto per i Diesel Euro 5 si estende anche al sabato e ai festivi.

Slitta (almeno) all’autunno 2024 lo stop ai Diesel Euro5 in Piemonte

Per quanto riguarda il riscaldamento e altre norme correlate, questo è quanto previsto dall’ordinanza del sindaco di Carmagnola:

  • invito a non superare i 20 gradi negli edifici domestici, come previsto dalla legge nazionale, e a limitare l’accezione al minimo indispensabile;
  • obbligo di utilizzare -nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW- pellet di classe A1 che siano realizzati con materiale vegetale prodotto dalla lavorazione esclusivamente meccanica di legno vergine e costituito da cortecce, segatura, trucioli, chips, refili e tondelli di legno vergine, di sughero vergine, granulati e cascami di legno vergine, non contaminati da inquinanti;
  • divieto di abbruciamento di materiale vegetale (fino al 15 aprile dell’anno prossimo)

In caso di semaforo arancione scatta anche il divieto di utilizzo di stufe a legna -se non classificate 5 stelle- e di qualsiasi tipo di combustione all’aperto (barbecue compresi); limite per il riscaldamento a 18 gradi (con tolleranza di 2°C) nelle abitazioni, negli esercizi commerciali e negli edifici pubblici, escluse le strutture sanitarie; divieto di spandimento di liquami zootecnici, di letami e di fertilizzanti.

Bruciare la legna nei camini e nelle stufe tradizionali e a pellet inquina: ti spieghiamo perché