Carmagnola: tre arresti per rapine in abitazione ai danni di anziani

459

Nella giornata di ieri, a Carmagnola, sono stati effettuati tre arresti per furti e rapine in abitazione ai danni di anziani. I tre soggetti utilizzavano la tecnica del finto addetto dell’acquedotto.

Carmagnola arresti
Gli arresti sono stati effettuati dai Carabinieri dal Nucleo Investigativo di Asti, supportati da personale del Comando Provinciale di Torino, del 1° Reggimento “Piemonte” di Moncalieri e dai militari delle Compagnie di Villanova d’Asti e Canelli

Nella giornata di ieri, giovedì 11 maggio, i Carabinieri dal Nucleo Investigativo di Asti, supportati da personale del Comando Provinciale di Torino, del 1° Reggimento “Piemonte” di Moncalieri e dai militari delle Compagnie di Villanova d’Asti e Canelli, hanno arrestato tre soggetti, padre sessantenne e due figli trentenni, tutti residenti nel Comune di Carmagnola, che sarebbero ritenuti responsabili di far parte di una presunta associazione a delinquere finalizzata alla realizzazione di furti e rapine in abitazione ai danni di anziani.

Le indagini hanno permesso di ipotizzare che i tre, utilizzando la tecnica del “finto addetto dell’acquedotto”, avrebbero portato a segno numerosi colpi a partire dal 2022 non solo nel territorio piemontese, ma anche in altre regioni limitrofe: sedici gli episodi contestati, commessi tra settembre 2022 e gennaio 2023 sul territorio piemontese, lombardo ed emiliano.

Truffe anziani, attenzione ai falsi ispettori Coldiretti

Il consolidato modus operandi vedeva i presunti autori qualificarsi come tecnici dell’acquedotto e, una volta guadagnato l’accesso nelle case delle vittime, riuscivano ad ingannare le anziane vittime sottraendo loro oggetti preziosi e denaro. In alcuni dei sedici eventi è stato contestato il reato di rapina aggravata, in quanto gli indagati utilizzavano sostanze urticanti (sostanze alla capsaicina o simili), aggravando lo stato di vulnerabilità delle vittime.

Al termine delle operazioni i tre arrestati sono stati portati alla Casa di Reclusione di Asti. Attualmente l’indagine è in corso, anche per valutare ulteriori responsabilità a carico dei soggetti in episodi simili avvenuti nei mesi precedenti.

Carmagnola rilancia l’appello del 112 contro le truffe agli anziani