Castagnole, rinnovata la convenzione con l’ENPA contro il randagismo

755

Il Comune di Castagnole Piemonte ha rinnovato la convenzione con la sezione chierese dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), fino al 2024. Scopo del patto è la prevenzione del randagismo canino.

castagnole piemonte canile enpa cani randagismo convenzione rinnovo
Il Comune di Castagnole Piemonte ha rinnovato fino al 2024 la convenzione con la sezione chierese dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) contro il randagismo dei cani (foto: @Facebook ENPA sezione di Roma)

Il Comune di Castagnole Piemonte ha rinnovato per i prossimi tre anni la convenzione con la sezione chierese dell’ENPA (l’Ente Nazionale Protezione Animali), fino al 2024. Obiettivo del patto è la prevenzione del randagismo canino.

I servizi offerti in base al documento sottoscritto sono differenti: primo tra tutti la cattura e la custodia temporanea dei cani randagi in un canile sanitario; in più si aggiunge anche il soccorso dei cani ammalati e politraumatizzati e il servizio di canile come rifugio dopo un periodo di prima osservazione degli animali.

Il rinnovo della convenzione in questione prevede un impegno di spesa di circa seimila euro: la quota andrà a rimborsare le spese che la Città di Chieri e l’ENPA dovranno sostenere per il servizio di cattura e custodia cani da quest’anno fino al 2024.

La convenzione con l’ente è stata stipulata proprio in questi primi mesi del 2022, grazie ad una deliberazione della Giunta comunale; se ne è occupato il comandante Massimo Savino, responsabile del servizio.

Rinnovata la convenzione tra Castagnole e Piobesi per Protezione civile e Commercio