Primo turno play off: l’Elledì ipoteca la qualificazione

265

Netto 7-0 dell’Elledì Carmagnola in casa del Lecco nella gara di andata del primo turno dei play off del Girone A della Serie B del campionato nazionale di futsal.

 

Lecco Elledì Carmagnola
L’esultanza dei gialloneri dopo il Settebello di Lecco

L’Elledì MyGlass Carmagnola ipoteca il passaggio di turno ai play off grazie a un netto 7-0 nella gara di andata contro Lecco, in casa dei lombardi, da dove mister Francesco Giuliano e compagni hanno portato a casa una vittoria fondamentale e mai in discussione.

I gialloneri partono forte, con un legno colpito da capitan Adrian Oanea in contropiede, poi si esibisce Zamburlin in una doppia parata.
Quindi inizia il monologo di Carmagnola, con una bellissima azione: Oanea serve Tyshchenko, palla in buca d’angolo e 0-1! Poco dopo, il raddoppio: Pereira serve Oanea, stop del numero dieci ospite e la rete si gonfia ancora.
Apoteosi giallonera in chiusura di primo tempo, controllo e suolata di Minchillo che libera Bussetti in contropiede, tocco preciso e 0-3.

La musica non cambia nel secondo tempo, con Minchillo ancora assist-man a illuminare Lahaye che realizza il poker da due passi.
Quindi schema su punizione dal limite dell’area, Oanea tocca la palla per Giuliano, controllo e sinistro che si deposita in rete per la cinquina carmagnolese!
Pereira si permette il lusso di farsi parare un tiro libero, poi un altro tiro libero per l’Elledì MyGlass con Cucinotta che insacca lo 0-6.
A pochi secondi dalla sirena finale, complice il portiere di movimento per il Lecco, Pereira trova il varco giusto per lo 0-7 definitivo.

Da sottolineare comunque la grande prestazione dell’estremo difensore carmagnolese Zamburlin, che ha sfoderato parate fondamentali e da grande campione.
Sabato 11 maggio, ore 16, al palasport di Caramagna Piemonte, si giocherà il ritorno del primo turno dei play off del Girone A di Serie B del campionato nazionale di futsal.

Le immagini salienti di Lecco-Elledì MyGlass Carmagnola, con riprese e montaggio di Gian Paolo Suppa, qui: www.youtube.com/watch?v=09CMqt1wmpM.