Lupi anche nel Carmagnolese, Guardiaparco in azione

450

È attiva anche nella zona di Carmagnola e del Carmagnolese una squadra di intervento per prevenire eventuali attacchi di lupi agli animali al pascolo.

lupo lupi carmagnola carmagnolese
Dopo diverse segnalazioni di lupi, un esemplare è stato fotografato nei giorni scorsi nel Carmagnolese [immagine di repertorio]
L’Ente di gestione delle aree protette del Po piemontese ha attivato, anche nel Carmagnolese, una task force di pronto intervento contro i possibili attacchi da parte di lupi alle greggi di bestiame, dopo un episodio verificatosi nei pressi della Lanca di San Michele, a Carmagnola.

Una delle squadre di intervento operative in ambito regionale si è subito resa disponibile, anche in seguito all’attacco avvenuto agli inizi di gennaio ai danni di un gregge di capre e pecore gestito da un allevatore, che ha una convenzione con l’Ente di gestione delle Aree protette del Po piemontese per il pascolo nella zona del Parco naturale del Po piemontese“, spiegano dall’Ente.

Lupi in città, a Torino le tracce di una predazione in periferia

I guardiaparco hanno consegnato al proprietario del gregge attaccato, già dotato autonomamente di una femmina di pastore maremmano a protezione del suo gregge, ulteriori strumenti per contenere il lupo: cinque reti elettrificate, una batteria con elettrificatore e un pannello fotovoltaico.

L’area è anche stata sottoposta a video sorveglianza in modo da monitorare nelle prossime settimane l’evolversi della situazione: un lupo è già stato ripreso dalle fototrappole nei giorni scorsi, dopo gli avvistamenti di predatori che erano stati segnalati nella primavera dello scorso anno.

Inoltre, continua il controllo attivo da parte del servizio di vigilanza dell’Ente Parco. “Le unità di intervento di primo soccorso per la prevenzione degli attacchi da lupo sono uno strumento previsto dal progetto LIFE WolfAlps per rispondere in modo efficace al bisogno di assistenza in caso di predazione sul bestiame, per valutare la strategia di difesa adottata e proporre immediatamente, dove necessarie, soluzioni ad hoc per evitare futuri eventi predatori, aggiungono dal Parco del Po.

Un lupo avvistato nel Carmagnolese? Gli Enti rassicurano i cittadini