Un hospice da 14 posti letto a Carignano

530

L’ex ospedale San Remigio di Carignano ospiterà il nuovo Hospice dell’Asl TO5, a servizio di tutto il territorio e gestito dalla Fondazione Faro.

hospice carignano

Un Hospice da 14 posti letto sarà realizzato a Carignano, gestito dalla Fondazione Faro, a servizio di tutto il territorio dell’Asl TO5.

L’Hospice, autorizzato nei giorni scorsi dalla regione Piemonte, verrà ospitato all’interno del vecchio ospedale San Remigio, dove a breve verranno accorpati tutti i servizi dell’Azienda Sanitaria Locale oggi sparsi sul territorio carignanese.

A tendere, inoltre, l’obiettivo dell’Asl TO5 è arrivare alla realizzazione di una “Casa della Salute” con possibilità di raggruppamento dei medici di famiglia del territorio.

L’Hospice è una struttura d’accoglienza e ricovero che ha come obiettivo offrire le migliori cure palliative ai pazienti oncologici (e non solo), quando non è più possibile essere assistiti dal programma di assistenza domiciliare integrata e specialistica. Generalmente gli hospice sono strutture socio-sanitarie di piccole dimensioni e assomigliano più a dei residence con spazi dedicati anche ai familiari del paziente.

Il supporto per un paziente e i suoi familiari, nella fase più avanzata della malattia, deve prevedere l’attivazione di un team di specialisti che includa medici e infermieri, in grado di gestire i sintomi, migliorare la qualità della vita, nel rispetto dei desideri e della dignità del paziente.

Si tratta di un obiettivo molto importante per il territorio dell’Asl, che riesce a conseguire questo risultato senza costi per l’azienda se non quelli delle rette per i pazienti che l’Azienda sanitaria andrà ad inserire secondo le necessità –commenta il direttore generale Massimo UbertiIn questo modo eviteremo di inviare i cittadini dell’Asl To5 in altre strutture fuori territorio”.

Aggiungono dalla Fondazione Faro: “I nostri obiettivi sono quelli di permettere un maggiore e più adeguato avvicinamento esigenze popolazione, una migliore assistenza sia al paziente che alle famiglie, il non gravare a domicilio e, non ultimo incrementare le cure palliative nel fine vita per una maggiore consapevolezza nella lotta al dolore e, quindi, avvicinare di più al fine vita garantendo il sollievo al paziente e una maggiore dignità alla persona in questo difficile momento”.

La concessione è stata assegnata per 20 anni. In questo periodo la Faro si impegnerà a ristrutturare l’immobile, adeguando e umanizzando gli spazi esistenti, a cui vanno aggiunti il rifacimento dei tetti, della centrale termica e degli ascensori, per un importo complessivo di 3,3 milioni di euro.
La superficie totale ai piani dell’ex ospedale San Remigio di Carignano è di 1.775 metri quadri, di cui oltre 1.500 destinati esclusivamente all’Hospice Faro e 235 di spazi comuni.