Si accendono gli impianti di riscaldamento: i controlli dell’Arpa

808

Da domani, giovedì 15 ottobre 2020, sarà possibile accendere gli impianti di riscaldamento anche nel territorio della Provincia di Cuneo, che ha affidato i controlli all’Arpa.

impianti di riscaldamento
Dal 15 ottobre saranno attivabili gli impianti di riscaldamento anche in Provincia di Cuneo: l’Ente ha incaricato l’Arpa Piemonte di effettuare i dovuti controlli.

Come ogni anno, gli impianti di riscaldamento a Cuneo e nella sua provincia saranno attivabili a partire da giovedì 15 ottobre 2020 fino al 15 aprile 2021 per un totale complessivo di 14 ore giornaliere.
Queste limitazioni temporali non coinvolgono invece la zona montana e pedemontana in cui è possibile usufruire del riscaldamento durante l’intero anno, senza alcun vincolo.

Per garantire il sicuro e corretto funzionamento degli impianti di riscaldamento, il personale tecnico dell’Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale), Ente scelto dalla Provincia di Cuneo per il controllo delle apparecchiature, continuerà la sua attività di programmazione e di ispezione dei sistemi.

Verrà inviato un avviso tramite raccomandata postale e un preavviso di almeno dieci giorni a tutti i soggetti i cui impianti saranno sottoposti a verifica.

Dal 2009, è obbligatorio essere in possesso del cosiddetto “bollino verde”, adesivo numerato che autocertifica la corretta manutenzione della caldaia. Viene inoltre richiesto l’invio ciclico del rapporto di controllo di efficienza energetica (RCEE) alla Regione attraverso la piattaforma online del Catasto degli impianti termici, sistema che gestisce i dati degli impianti del territorio e li condivide con la Pubblica Amministrazione.

Per ulteriori informazioni, e in particolare per chiarire eventuali delucidazioni relativamente alla corretta gestione degli impianti termici (ad esempio sui periodi di accensione, sugli intervalli di tempo per la manutenzione e sul controllo dell’efficienza energetica e delle prestazioni ambientali), si consiglia di consultare il vademecum realizzato dalla Regione Piemonte e disponibile sul sito e l’apposita sezione “Impianti termici: domande e risposte” del sito dell’Arpa regionale.