Le Terre dei Savoia protagoniste al Parco Nazionale del Gran Paradiso

46

Grazie al progetto Probiodiv, nei giorni scorsi al Parco Nazionale del Gran Paradiso l’associazione Le Terre dei Savoia ha proposto diversi momenti esperienziali sulle erbe officinali, tra cui il concerto “Note
& Accordi di musica e di profumi”.

Terre Savoia Gran Paradiso
“Note & Accordi di musica e di profumi”, un concerto polisensoriale che ha intrecciato esperienza olfattiva e uditiva

Nella splendida cornice del Parco del Gran Paradiso, vincitore del Green Travel Award 2022 proprio nell’anno del centenario della sua nascita, l’associazione Le Terre dei Savoia, grazie al progetto Probiodiv, ha curato diversi momenti esperienziali sulle erbe officinali.

Due in particolare le proposte organizzate all’interno del Giardino botanico alpino Paradisia a Valnontey di Cogne: “Le essenze della Terra” (uno spazio esperienziale sulle erbe officinali con appositi momenti sensoriali all’aperto per scoprire le piante identitarie del Parco) e l’innovativo “Note & Accordi di musica e di profumi”, un concerto polisensoriale che ha intrecciato esperienza olfattiva e uditiva.

Per l’occasione la Scuola di Formazione e Orientamento Musicale (SFOM) diretta dal maestro Marco Giovinazzo ha eseguito la sinfonia Photosynthesis, ideata dall’associazione Tamtando, con musica del maestro Davide Sanson. In concomitanza di quattro specifici movimenti musicali della sinfonia, poi, il pubblico ha potuto assaporare per mezzo di mouillettes numerate e appositamente imbevute, quattro differenti essenze adatte ad esprimere le emozioni della musica del momento. Un felice intreccio olfattivo-musicale reso possibile dalla collaborazione con Múses – Accademia Europea delle Essenze di Savigliano e con Claudia Sepertino curatrice del coordinamento olfattivo.

Al Castello di Racconigi un percorso sensoriale tra profumi e musica

Un onore e un orgoglio essere protagonisti in una piazza prestigiosa come quella di Cogne e del Parco Nazionale del Gran Paradiso -il commento del presidente dell’associazione Le
Terre dei Savoia, Valerio OderdaPer chi, come noi, ha un’esperienza ultradecennale nello
sviluppo della filiera delle erbe aromatiche e officinali, essere stati scelti dall’Ente Parco come soggetto attuatore di un progetto internazionale di salvaguardia e valorizzazione della
biodiversità, è motivo di grande soddisfazione. Un traguardo che premia anni di iniziative
volte a rendere tangibili le singole attività di promozione, pensate sempre nell’ottica di
sviluppo concreto delle imprese del territorio. Siamo estremamente soddisfatti, inoltre, per
l’ampio riscontro di pubblico, che pare aver apprezzato l’innovativo amalgama tra suoni ed essenze. L’ennesima testimonianza di quanto la stimolazione olfattiva possegga un
ineguagliabile potere seducente“.

Le attività delle Terre dei Savoia all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso
continueranno il prossimo 30 luglio a Campiglia Soana (TO), con le analoghe esperienze
sensoriali delle “Essenze della Terra”, il laboratorio “Vedi, tocca, annusa e impara” e alcuni
incontri pubblici sulle piante identitarie del Parco, sulle tradizioni locali e sulle proprietà
delle piante della zona in collaborazione con Múses – Accademia Europea delle Essenze di
Savigliano e con il Dipartimento di scienze agrarie, forestali e alimentari (DISAFA)
dell’Università degli Studi di Torino.

A testimonianza del respiro internazionale ormai raggiunto dall’Associazione, infine, tra il 3 e il 4 agosto Terre dei Savoia condurrà un viaggio formativo-didattico per il personale del Parco del Gran Paradiso in Provenza per incontrare e visitare realtà e operatori attivi nel settore delle erbe e della valorizzazione della biodiversità. Una contaminazione di esperienze e saperi imprescindibile per pianificare al meglio nuove azioni e nuove progettazioni al servizio del territorio locale.

Racconigi, restauro e progetti futuri della Tenuta Berroni