Maltempo: allerta arancione nella pianura cuneese e altre zone del Piemonte

1045

Maltempo: la Regione Piemonte ha emesso allerta arancione per rischio idrogeologico e idraulico nella pianura cuneese e altre zone del territorio, soprattutto in montagna. Pianura torinese in allerta gialla.

allerta maltempo pianura piemonte
Allerta arancione nella pianura cuneese e in altre aree del Piemonte a causa del maltempo (fonte: Regione Piemonte, Città Metropolitan di Torino)

Il Centro funzionale della Regione Piemonte ha emesso un avviso di “allerta arancione” per rischio idrogeologico e idraulico per quanto riguarda il territorio della pianura cuneese, oltre che per le valli Alta Val Susa, Chisone, Pellice e Po, a causa del maltempo previsto per oggi e per il weekend.

In allerta gialla la pianura torinese, così come le valli Orco, Lanzo, bassa val Susa, Sangone, Valchiusella e le zone collinari del territorio della Città metropolitana di Torino.

Previsto maltempo a Carmagnola, saltano due eventi in programma nel weekend

«Sono possibili esondazioni dei corsi d’acqua, con fenomeni diffusi in tutte le zone interessate dall’allerta arancione, locali allagamenti nelle zone interessate da allerta gialla; così come sono possibili su tutto il territorio frane e fenomeni di versante. Nel complesso, la situazione impone ai cittadini la massima prudenza», sottolineano gli Enti regionali e provinciali.

La Protezione civile metropolitana invita tutti a limitare i trasferimenti al minimo necessario, evitare i sottopassi, non sostare sui ponti e nelle zone limitrofe ai corsi d’acqua, togliere le auto dai parcheggi sotterranei e parcheggiarle al sicuro prima dell’intensificarsi delle piogge, non sostare nei locali sotterranei e togliere ciò che va riposto all’asciutto quando non piove.

Dalla Liguria alla Calabria attraversando lo Stivale: è rischio idrogeologico per il 91% dei Comuni italiani

«I cittadini nelle zone a più alto rischio sono invitati a seguire i media per tenersi aggiornati sull’evoluzione della situazione e a seguire le indicazioni dei loro sindaci, ai quali vanno comunicate le eventuali criticità», specificano le autorità.

Qui alcuni approfondimenti utili -forniti dal Dipartimento nazionale di Protezione Civile– su cosa fare in caso di pioggia e grandine, alluvione o frana.

Contributi regionali alla Protezione Civile: oltre 80 mila euro nel Carmagnolese