Il mancato patrocinio a “Intrecci” accende il Consiglio comunale

97

Scontro tra il centro-sinistra e l’Amministrazione, che non ha concesso il patrocinio istituzionale alla manifestazione dedicata a migranti e multi-culturalità, organizzata a giugno da Karmadonne.

Intrecci 2018 mancato patrocinioIl mancato patrocinio del Comune di Carmagnola alla manifestazione “Intrecci”, svoltasi a fine giugno, ha suscitato polemiche in Consiglio comunale tra il centro-sinistra e l’Amministrazione Gaveglio.

I consiglieri di Carmagnola Insieme – Pd hanno presentato un’interpellanza, per chiedere chiarimenti sul diniego.
L’iniziativa a sfondo multi-culturale era stata organizzata dalle associazioni Karmadonne, Arci e Auser, con la partecipazione della Consulta Giovanile e della Re.Co.Sol. e il coinvolgimento delle Comunità religiose cittadine.

«Si è trattato di quattro giorni di confronto, informazione, aggregazione e inclusione, che hanno coinvolto molti carmagnolesi», ha esordito il capogruppo Pd, Paolo Sibona.

Al centro della polemica anche la presunta dichiarazione, pronunciata telefonicamente dal vicesindaco Vincenzo Inglese alla responsabile di Karmadonne, secondo cui il patrocinio era stato negato in quanto l’Associazione risultava “poco collaborativa” con il Comune.

«È una strumentalizzazione, noi collaboriamo con tutti», ha replicato Inglese. «Non c’è stato alcun pregiudizio, ma la domanda di patrocinio è arrivata con meno di 30 giorni di anticipo, come previsto dal regolamento», ha specificato il sindaco Ivana Gaveglio.

Sibona ha quindi rincarato: «L’Amministrazione usa due pesi e due misure e non c’è stato alcun dialogo. Forse le associazioni “non allineate” non meritano l’adesione simbolica dell’Ente alle loro iniziative?».

Accuse respinte subito al mittente dal sindaco, la quale ha aggiunto che in passato Karmadonne utilizzò il logo comunale per un’iniziativa di Casa Frisco, senza aver presentato richiesta di patrocinio, oltre ad aver abbandonato il Tavolo di lavoro sulle Pari Opportunità.