Marazzato presenta un nuovo show-room dedicato ai mezzi storici

27

Lunedì 26 settembre la presentazione in anteprima ai media del nuovo show-room dedicato ai mezzi storici del Gruppo Marazzato.

I fratelli Marazzato show room
I fratelli Alberto, Luca e Davide Marazzato

Una mattina in compagnia dei grandi mezzi del passato. Quelli che hanno fatto la storia del trasporto merci e persone su gomma. In prevalenza autocarri, seguiti a ruota da alcune fra le più rappresentative due e quattro ruote del Novecento.

Tutti perfettamente restaurati, per un totale di oltre 300 straordinari pezzi raccolti e restituiti a nuova vita dalla passione ardente di Carlo Marazzato, industriale del settore ambiente e collezionista scomparso prematuramente lo scorso marzo: proprio nell’anno in cui l’azienda fondata dal padre Lucillo, in memoria del quale la meravigliosa line-up di veicoli è dedicata, ha compiuto i propri primi settant’anni.

Gruppo Marazzato: da piccola a grande impresa nel segno dell’ambiente

Attraversando sull’onda di uno sviluppo crescente ben tre generazioni di imprenditori che portano il medesimo cognome, e attualmente affidata alla guida altrettanto sapiente dei fratelli Alberto, Luca e Davide.

Esemplari rari, ricchi di colori vivi e altrettanto fascino, per l’occasione riallestiti all’interno dello show-room privato della Famiglia Marazzato di Stroppiana (Vercelli): teatro di importanti lavori che l’hanno reso la casa più accogliente, raffinata ed elegante insieme per raccontare oltre un secolo di motori classici.

E che, soprattutto, verrà aperto in anteprima alla Stampa generalista del territorio e a quella specializzata lunedì 26 settembre 2022 a partire dalle ore 9:45, cornice di una conferenza stampa dedicata al tema, e altresì alla presentazione del libro “Dal Trasporto all’Ambiente: il senso è nel viaggio scritto dal giornalista radiotelevisivo, saggista e collezionista anch’egli di camion e autobus storici Maurizio Scandurra.

Un libro racconta 70 anni di storia del Gruppo Marazzato

Introducono i fratelli Marazzato, seguiti poi dalle figure apicali del Gruppo per rendere nota ai media l’avvento della costituenda ‘Fondazione Carlo Marazzato’, atto d’amore incondizionato al ricordo dell’eclettico papà Carlo.

Dopo di loro, sarà la volta di Massimo Condolo, fra i più autorevoli e rappresentativi giornalisti del settore del motorismo storico, nonché stimato autore di molti fra i volumi di maggior diffusione e successo sul medesimo argomento.

Conclude Maurizio Scandurra, per una breve sintesi sui contenuti e gli aneddoti più significativi dell’opera editoriale che ha firmato per l’anniversario della fondazione del Gruppo Marazzato.

Ambiente e Rifiuti: Marazzato cresce e modifica il suo modello di prevenzione

Massimo Condolo prenderà per mano poi gli appassionati, i collezionisti e gli uomini dei media intervenuti per una visita guidata alla collezione, coinvolgendoli in un avvincente percorso a ritroso nel tempo sulla scia degli elementi narrativi più curiosi legati ai mezzi esposti.

Onorati di proseguire con altrettanto entusiasmo e impegno sulla strada della cultura d’impresa intrapresa da nostro padre Carlo con l’aiuto prezioso e costante di Mara, nostra madre -dichiarano i fratelli Marazzato- Consapevoli che la collezione aziendale costituisce uno dei punti di forza e di partenza per sottolineare come, tanto nella vita quanto nel lavoro, la cultura delle radici sia la sola capace di fare la differenza in segno di continuità tra passato, presente e futuro”.

Gruppo Marazzato, obiettivo B-Corp: avviato il percorso