Mondo in Cammino, al via il tesseramento 2019

75

Tanti i progetti che sta portando avanti l’Associazione carmagnolese, a partire dall’area intorno a Chernobyl. Il 15 dicembre è in fase di organizzazione a Carmagnola una giornata dedicata a Giulio Regeni.

 

Mondo in Cammino logoSi apre domani, giovedì 1 novembre, il tesseramento per l’anno 2019 a Mondo in Cammino, l’Associazione di volontariato e solidarietà internazionale di Carmagnola, fondata da Massimo Bonfatti.
Più adesioni si otterranno entro la fine dell’anno, maggiore sarà la capacità di dare continuità ai progetti in corso -spiega il fondatore- Inoltre è previsto l’allargamento dei fronti di intervento solidaristico associativi, dalla Moldova alla Siria“.

Il contributo per l’adesione è rimasto invariato nell’ultimo decennio: 20 euro.
Inoltre, con una donazione di 23 euro (i tre euro in più coprono i costi di spedizione) si potrà ricevere il “libro tessera” 2019 di Mondo in Cammino. “Il testo è in fase di definizione. Verrà stampato entro fine dicembre sulla base delle iscrizioni pervenute e incomincerà ad essere spedito dopo l’Epifania“, spiega Bonfatti.
Con 100 euro, infine, si diventa socio sostenitore. Si riceveranno due “libri tessera”: un libro in più da donare a una persona gradita, facendola diventare socio.

Tanti sono i progetti che Mondo in Cammino sta portando avanti, oltre a diverse novità in programma per i mesi a venire.
In Ucraina proseguono quelli nell’area intorno a Chernobyl, in particolare “Oltre Radinka”, per servire cibo non contaminato nelle mense scolastiche dei villaggi intorno all’ex reattore nucleare sovietico. Analogamente continua l’impegno in Bielorussia, a partire da Dubovy Log (doposcuola) e Begomi (casa-famiglia per ragazzi).

Oggi parte una nuova missione in Moldova (fino al 4 novembre), dove si valuterà la possibile apertura di un ulteriore fronte di intervento. Anche la Siria, in particolare la zona di Aleppo, sarà oggetto dell’interessamento da parte dell’Associazione, con progetti di microcredito e/o ricostruzione.
In Italia -dopo il grande successo delle raccolte fondi per i terremotati del centro Italia– l’obiettivo è ora il sostegno alle mense dei poveri, partendo da quella dei frati francescani di Torino.
Si sono conclusi invece nelle scorse settimane il progetto per l’illuminazione dell’ospedale di Bikop, in Camerun, così come il campo di dialogo interetnico e interreligioso “Welchome Camp” nel Caucaso.

Inoltre, il 15 dicembre prossimo, è in programma proprio a Carmagnola una giornata dedicata al “Caso Regeni”, cui dovrebbero essere presenti i genitori di Giulio Regeni, Paola e Claudio, affiancati dall’avvocato Alessandra Ballerini.
Nell’occasione sarà in Italia anche il piccolo Vladik, accompagnato dalla mamma Anja, per il quale Mondo in Cammino aveva realizzato una raccolta fondi ad hoc al fine di consentirgli di avere cure specifiche al di fuori dell’Ucraina.

Per maggiori dettagli, visitare il sito ufficiale dell’Associazione; per informazioni su progetti specifici, scrivere all’email info@mondoincammino.org.