Moretta: a Cascina San Giovanni un incontro sulle comunità energetiche

191

Nei giorni scorsi si è tenuto a Cascina San Giovanni a Moretta un incontro sulle comunità energetiche e sulle fonti rinnovabili.

Moretta comunità energetiche
All’incontro era presente anche il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin

Le fonti energetiche rinnovabili e le comunità energetiche sono state il tema dell’incontro che si è tenuto nei giorni scorsi a Cascina San Giovanni a Moretta. L’appuntamento ha visto la partecipazione del ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin.

Il convegno si è aperto con la presentazione, da parte dell’ex parlamentare e oggi presidente di SmartCommunitiesTech Claudia Porchietto, della normativa sulle comunità energetiche e sulle opportunità di valorizzazione del territorio, con un focus sul supporto agli investimenti di enti pubblici e privati. L’azione dei Comuni deve infatti essere accompagnata dalle competenze tecniche di chi ha fatto esperienza in questi anni sui temi legati alla transizione e all’autonomia energetica.

Acda propone la creazione di Comunità Energetiche Condominiali

Le “buone pratiche” sono invece state affidate al racconto di Silvia Chiassai, sindaco del
Comune toscano di Montevarchi e presidente della Comunità Energetica Valdarno, a
Stefano Bonino, ingegnere e consulente energetico della stessa comunità, e ad Andrea
Chiabrando, direttore tecnico del Consorzio Monviso Agroenergia.

Ha spiegato Chiassai: “Quella della Valdarno è la prima comunità energetica a trazione pubblica in Italia promossa dal municipio di Montevarchi con un partenariato pubblico privato. Un progetto innovativo, diventato nel tempo modello da seguire a livello nazionale. Si basa su due punti principali: gli incentivi per l’immissione in rete dell’energia prodotta e contributi legati anche a fondi Pnrr per i Comuni sotto i 5 mila abitanti, agevolazioni che saranno cumulabili“.

Moretta: nuovo mezzo per l’ufficio tecnico e il cantoniere

Sul tema è intervenuto anche il ministro Fratin: “Quella delle Comunità Energetiche è una grande opportunità, ma come tutte le novità, va gestita bene. Ci sono dei problemi che vanno messi in ordine. In dieci anni l’Italia è passata da 500 a un milione di produttori energetici. Il meccanismo è buono, virtuoso, ma invito tutti i Comuni e gli enti alla cautela, perché l’azione delle Comunità energetiche funziona solo se il meccanismo è solido. Lo posso toccare con mano ogni giorno nel mio operato, da ministro: oggi un terzo dell’energia italiana deriva da fonti rinnovabili, ma puntiamo più in alto. Per farlo però occorre muoversi con solide basi, senza voli pindarici“.

Nel corso del convegno è arrivato il saluto, in videocollegamento, del presidente della
Regione Alberto Cirio: “Ci sono tante opportunità da cogliere –ha sottolineato– anche se il
momento è complicato. Tendiamo alla sostenibilità ambientale, ma senza perdere di vista
che sia una sostenibilità anche economica e sociale“.

Il sindaco di Moretta Gianni Gatti ha concluso, nel ringraziare i presenti, evidenziando “la
grande partecipazione di pubblico e la forte di presenza di amministratori locali, segno
dell’interesse sul tema e della volontà di condurre il territorio verso un modello più verde e sostenibile“.

Studenti turchi e polacchi in visita a Moretta con il progetto Erasmus