Poirino, la Lega dice no ad un’eventuale proposta di sfiducia

505

Il Gruppo Consiliare Lega Salvini Premier di Poirino rimanda al mittente la proposta di un’eventuale mozione di sfiducia all’attuale Amministrazione pervenuta da due consiglieri di maggioranza. Il Sindaco Mollo: “Profondamente dispiaciuta per l’accaduto“.

Sfiducia Poirino
La proposta di eventuale sfiducia è stata fatta qualche tempo fa da due consiglieri di maggioranza

Nei giorni scorsi il Gruppo Consiliare Lega Salvini Premier Poirino ha diffuso una nota nella quale veniva comunicata la propria indisponibilità ad un’eventuale mozione di sfiducia per porre fine anzitempo al mandato dell’attuale amministrazione comunale. Secondo quanto riportato, alcuni consiglieri di maggioranza avrebbero sondato il terreno per ottenere le firme dei due consiglieri della Lega utili per una possibile sfiducia, che avrebbe potuto comportare il termine prematuro del mandato, previsto per il 2024, anno di elezioni a Poirino.

Comunichiamo in modo chiaro –si legge nella nota– che siamo indisponibili ad iniziative di questo tipo che, a nostro avviso, si poggiano solamente su mere ambizioni personale future e nulla hanno a che vedere con i veri bisogni di famiglie e imprese poirinesi, che necessitano di una Amministrazione che lavori a pieno regime e non di un commissariamento di quasi un anno.

Il Gruppo ha anche incontrato e informato dell’accaduto il sindaco di Poirino Angelita Mollo: “In tale incontro La Lega ha ribadito in modo chiaro, nell’interesse soprattutto dei poirinesi, di non condividere tale scelta, dando la più ampia disponibilità e garanzia affinché la legislatura prosegua. Altre scelte, se portate avanti, a nostro avviso, porterebbero al commissariamento del Comune in un momento storico difficilissimo per imprese e famiglie che lottano tutti i giorni contro l’inflazione, il caro energia, il caro carburante e mille altre difficoltà.

Poirino, in partenza i servizi di patronato e Caf con Unsic Piemonte

Delusione e dispiacere per l’accaduto da parte del sindaco Mollo: “Sono rimasta molto dispiaciuta quando ho saputo della notizia. Non riesco a capire quali possano essere stati gli elementi che hanno spinto i responsabili a simili azioni. In questi anni abbiamo lavorato ed ottenuto, come gruppo e non come singoli, tanti e importanti risultati.”

Duro il commento sui consiglieri di maggioranza che hanno valutato un eventuale proposta di sfiducia: “Chi ha pensato di compiere un simile gesto, deve vergognarsi di averlo fatto. È stato inflitto un duro colpo, non solo a me, ma anche ad un gruppo coeso che ha lavorato bene nell’arco di questi anni, anche con l’apporto di giovani che hanno scelto di dedicate il loro tempo libero a questo progetto. Eventuali ambizioni personali per la prossima tornata elettorale potevano essere affrontate col gruppo serenamente, senza ricorrere a questi mezzi.

Conclude il sindaco Mollo: “Sono davvero rammaricata per l’accaduto, che rasenta quasi il ridicolo. Assumerò le decisioni opportune e andremo avanti fino al 2024. Poirino e i poirinesi non si meritano questi comportamenti, che hanno poco a che fare con l’Amministrazione del nostro territorio.”

Maxi allevamento di maiali a Poirino, le osservazioni dei comitati contrari