Presentata a Carmagnola “Ortigia”, la colomba pasquale dal sapore siciliano

412

Alla Ovens di Carmagnola è stata presentata “Ortigia”, la colomba pasquale dal sapore siciliano; ospite il critico gastronomico Edoardo Raspelli (i.r.)

Colomba pasquale ortigia
L’evento organizzato a Carmagnola per presentare la colomba pasquale Ortigia

La colomba pasquale “Ortigia” è stata presentata nei giorni scorsi a Carmagnola, nella sede Ovens, azienda che commercializza impianti e attrezzature per panifici, pasticcerie e gelaterie. L’evento si è svolto alla presenza del «cronista della gastronomia» Edoardo Raspelli e della giornalista Sara Colonna.

La presentazione si è inserita all’interno di un corso di approfondimento sul lievito madre nella pasticceria riservato agli operatori del settore, organizzato da Anzile Roberto Distribuzione e Felice Chiaro e condotto dal pasticciere Maurizio Bonanomi, tra i fondatori dell’Accademia del lievito madre.

Colomba pasquale fatta in casa, la ricetta

«La colomba prende il nome dall’isolotto di Siracusa, così chiamato dal greco “ortyx” che significa “quaglia” -ha spiegato il suo ideatore, Felice Chiaro- Da qui l’idea di proporre una nuova modalità di gustare la colomba, come momento di accoglienza in famiglia, nel segno della pace, con ingredienti che richiamano i gusti siciliani, come i pomodori e le olive».

Raspelli ha promosso a pieni voti il nuovo prodotto: «Abbiamo potuto gustare delle colombe perfette da un punto di vista della lievitazione, dell’impasto e della leggerezza, e in più abbiamo questa doppia valenza; una versione salata (o, meglio, saporita perché senza eccesso di sale) e un’altra nella quale è presente, accanto al pomodorino e alle olive, anche una piccola quantità di zucchero. Si tratta di un bivio che secondo me è giusto che venga offerto alla ristorazione».

3 ricette semplici e gustose per recuperare gli avanzi di colomba