Nel 2023 partono i lavori per i sottopassi ferroviari a Racconigi

623

È stato firmato il contratto d’appalto per l’avvio dei lavori di realizzazione dei nuovi sottopassi ferroviari a Racconigi.

Racconigi sottopassi ferroviari
Una mappa della città con l’ubicazione dei due nuovi sottopassi

Dopo quattro anni dall’avvio di un iter iniziato nel 2018 con l’approvazione del progetto preliminare da parte del consiglio comunale di Racconigi, con il comunicato di RFI del 21 dicembre sarà finalmente possibile dare il via operativo ai lavori per la realizzazione dei due sottopassi ferroviari che modificheranno in modo sostanziale la viabilità della città.

Rete Ferroviaria Italiana comunica infatti ufficialmente che è stata aggiudicata la gara ed è stato stipulato il contratto con la ditta appaltatrice per le opere connesse alla soppressione dei passaggi a livello ai Km 24+458, 25+270, 26+713 e 27+721 della linea ferroviaria Torino – San Giuseppe di Cairo, attualmente siti nel comune di Racconigi, mediante la realizzazione di un nuovo sottovia carrabile al Km 24+458, di un nuovo sottopasso ciclopedonale al Km 25+270 e dell’adeguamento di tratti di strada esistente nel territorio comunale.

Racconigi, 70mila euro da Fondazione CRC per l’energia sostenibile

La consegna delle prestazioni di progettazione esecutiva, nonché l’avvio dell’iter espropriativo delle aree interessate dai lavori, avverranno nel primo semestre del 2023. L’avvio dei lavori è invece attualmente programmato nel secondo semestre del 2023 e il cronoprogramma indica una durata prevista dei lavori di 880 giorni.

“Il risultato di oggi è frutto di un lavoro di squadra tra Comune, Regione e RFI che, consci della pericolosità di questi passaggi a livello, hanno superato le difficoltà economiche, riuscendo a finanziare opere attese da anni e indispensabili per una maggior sicurezza degli utenti”, afferma l’Assessore regionale ai Trasporti, Infrastrutture e Opere pubbliche Marco Gabusi.

Racconigi, via libera per la ciclabile lungo via Stramiano

L’importo totale delle opere sarà una cifra prossima ai 15 milioni di euro, interamente a carico della Regione e di RFI, a costo zero per le casse del Comune di Racconigi.

Viva la soddisfazione del sindaco Valerio Oderda e di tutta la maggioranza consiliare: “Con orgoglio di tutti noi racconigesi, presto la nostra non sarà più una città divisa in due. Si tratta di un risultato straordinario raggiunto grazie all’impegno di tutta l’amministrazione e dei tecnici comunali, unito alla indispensabile e concreta collaborazione di RFI e della Regione Piemonte. Con la realizzazione di queste opere fondamentali per la città, attese da così lungo tempo, si aprono scenari di prosperità e di crescita. L’apertura dei cantieri, nei prossimi mesi, comporterà alcuni disagi momentanei, ciò sarà purtroppo inevitabile, ma si tratterà di piccoli sacrifici che ci consentiranno di vedere finalmente realizzate due infrastrutture ormai indispensabili per garantire lo sviluppo della città e permettere il miglioramento della qualità della vita di molti nostri concittadini”.

Racconigi, individuata l’area per la nuova caserma dei Carabinieri