Riduzione rifiuti: un progetto carmagnolese è finalista nazionale

658

Il progetto “Riduci i rifiuti che compri”, realizzato a Carmagnola dall’Associazione culturale Peppino Impastato in collaborazione con il Baldessano-Roccati, è tra i finalisti italiani della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2019.

riduzione rifiuti carmagnola
La presentazione del progetto di riduzione rifiuti dell’Associazione Peppino Impastato in biblioteca, a novembre 2019

Il progetto “Riduci i rifiuti che compri”, realizzato a Carmagnola dall’Associazione culturale Peppino Impastato in collaborazione con l’Istituto superiore cittadino Baldessano-Roccati, è tra i finalisti italiani della Settimana Europea per la riduzione dei Rifiuti (SERR) edizione 2019.
La SERR si è svolta in tutta Europa dal 16 al 24 novembre 2019 e ha visto in Italia ben 5.814 azioni realizzate.

Il progetto finalista ha visto la presentazione ai ragazzi di due borse della spesa, una convenzionale e l’altra a “rifiuti zero (o quasi).
Nella prima gli imballaggi di plastica, che rappresentano in Italia il 93% della plastica raccolta, avevano il sopravvento -spiegano dalla Peppino Impastato- I ragazzi si sono dimostrati attenti e coinvolti e hanno chiesto ulteriori informazioni su come ridurre la plastica e gli oggetti monouso in genere, dandosi un nuovo obiettivo: ridurre la frazione plastica partendo dal monitoraggio rifiuti, per capire quali potrebbero essere le buone pratiche da suggerire a tutta la scuola“.

L’azione aveva l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sul tema della prevenzione dei rifiuti, promuovendo le scelte che riducono la produzione di rifiuti e svelare l’esistenza di un mondo fatto di oggetti che restano nel tempo.

Al termine della presentazione, è stato anche condotto un laboratorio creativo con la visualizzazione di alternative ai sacchetti e agli involucri industriali e la realizzazione con la tecnica furoshiki del pacchettino porta mela e/o fetta di torta.

La cerimonia di premiazione si terrà venerdì 27 marzo, in streaming online, dalle 10:30. I vincitori italiani della SERR 2019 saranno introdotti dai membri del Comitato promotore e premiati dagli sponsor di questa edizione, ovvero i Consorzi di Filiera per il recupero degli imballaggi (CONAI, CiAl, Corepla, Coreve, Ricrea e Comieco).

Il progetto carmagnolese “Riduci i rifiuti che compri” è finalista per la categoria Associazioni, insieme al Festival Non solo Cibo a cura dell’Associazione Comunicaetica Madeinmurgia.org e al progetto “Educare alla riduzione dei rifiuti in natura con il cartolaio nel bosco”, a cura di O2Italia.

Durante la Cerimonia di Premiazione verrà anche assegnata una menzione speciale dedicata a Giorgio Gollo dell’Osservatorio sui Rifiuti della Città metropolitana di Torino, scomparso lo scorso 26 agosto.

La Giuria che ha designato i vincitori è composta dal comitato promotore nazionale composto da Ministero dell’Ambiente, UNESCO, Utilitalia, Città Metropolitana di Torino, Legambiente, Regione Siciliana, ANCI e AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale).

Per maggiori informazioni visitare il sito www.envi.info o scrivere all’indirizzo e-mail serr@envi.info.