Rivoluzione digitale per la Polizia Locale di Carmagnola

199

Un nuovo software permette alle pattuglie della Polizia Locale di Carmagnola di gestire “su strada” molte procedure, stampando direttamente i verbali sul posto.

polizia locale carmagnola rivoluzione digitale
Blocchetto cartaceo addio: la polizia locale di Carmagnola passa ai tablet

E’ partita nei giorni scorsi la fase di sperimentazione di un nuovo software da parte della Polizia Locale di Carmagnola, che consente di facilitare i controlli sul territorio e digitalizzare tutte le procedure relative alle sanzioni del codice della strada.

Si tratta di una rivoluzione che permette agli agenti di pattuglia, dotati di tablet e stampante wifi, di effettuare direttamente su strada diverse operazioni che oggi vengono gestite negli uffici in un secondo momento, come la visura delle targhe al Pra, il controllo delle patenti, le verifiche sul database dell’anagrafe e altro“, spiegano dall’Amministrazione comunale.

Sul tablet a disposizione dei vigili urbani è infatti installata un’app sviluppata per consentire in modo diretto e immediato di effettuare tutte le procedure di verifica ed eventuale sanzionamento di infrazioni. La pattuglia è dotata inoltre di due stampanti wifi che permettono di stampare in loco i verbali.

Il nuovo programma, gestito in cloud, è stato studiato appositamente per la gestione delle procedure della Polizia Locale ed è personalizzabile secondo le esigenze del Comando. “L’obiettivo è digitalizzare e concentrare in un unico strumento digitale tutto il “contenuto” del borsellino del vigile (prontuario infrazioni, blocchetti di preavvisi/verbali e tutta la modulistica per le sanzioni accessorie), potenziando contemporaneamente le possibilità di verifiche e controlli in esterno grazie ai collegamenti con tutte le banche dati utili”, spiega Valerio Violini, project manager della ditta InCloudteam che ha sviluppato il software.

Commenta il comandante della Polizia Locale di Carmagnola, Donatella Creuso: “Grazie a questo software spostiamo parte del lavoro che ora viene svolto in ufficio direttamente in strada, rendendo le procedure più snelle e veloci. Ciò che cambia per gli automobilisti è che in caso di sanzioni troveranno sul parabrezza non più la classica multa cartacea ma un preavviso di accertamento stampato su uno scontrino di carta termica e riportante già tutti i dati per il pagamento della sanzione in forma piena o ridotta anche attraverso modalità smart“.

Per il sindaco Ivana Gaveglio, che ha le deleghe alla Polizia Locale, “la digitalizzazione delle procedure è fondamentale in tutti i settori e la sperimentazione avviata consentirà di lavorare meglio, ottimizzando tempi e risorse“.
La “rivoluzione digitale” a Palazzo non riguarda peraltro solo i vigili urbani: “Proprio in questi giorni, parallelamente, stiamo avviando la gestione completamente digitale degli atti amministrativi -conferma il sindaco- Un addio alla carta che ci consentirà di snellire le procedure, conformarci completamente al Codice dell’Amministrazione Digitale e assicurare la standardizzazione e la completa tracciabilità dell’atto amministrativo”.