Santena: una panchina rossa come simbolo contro la violenza sulle donne

230

Sabato 25 novembre sarà installata a Santena una panchina rossa, come iniziativa in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Santena panchina rossa
La panchina rossa verrà installata nei pressi della sede della Croce Rossa di Santena

Il Comune di Santena ha organizzato un’iniziativa simbolica per celebrare la Giornata contro la Violenza sulle donne: una panchina rossa sarà installata questo sabato nei pressi della sede della Croce Rossa.

La Panchina Rossa è infatti un importante simbolo contro la violenza sulle donne, grazie ad un progetto nato nel 2019 dagli Stati generali delle donne. L’evento si terrà nella sede della CRI in via Napoli 9 e sarà un momento di riflessione e impegno nella lotta contro questo grave problema sociale e culturale.

Alessia Perrone, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Santena spiega: “La panchina rossa è un’iniziativa che mira a sensibilizzare la comunità sull’importanza di contrastare la violenza di genere e a promuovere un ambiente di sicurezza e supporto per le donne. Questo simbolo diventa un punto di incontro per il dialogo e l’azione contro la violenza, un segno tangibile dell’impegno collettivo per un futuro senza abusi”.

Santena modifica il piano regolatore della città

All’inaugurazione saranno presenti e interverranno il presidente della Croce Rossa Italiana di Santena, Vanessa Venturi, il sindaco del Comune Roberto Ghio e l’Amministrazione comunale. La Croce Rossa Italiana (comitato di Santena) invita tutti i cittadini, le associazioni e le istituzioni a partecipare a questo evento significativo e a unirsi nell’impegno contro la violenza sulle donne. La panchina rossa sarà un costante richiamo all’importanza di lavorare insieme per creare una società più giusta e sicura per tutti.

Ghio sottolinea inoltre: “Sarà un’occasione per unire le forze e ribadire il nostro impegno a combattere la violenza di genere” e continua “Questo momento emotivo ci ricorderà la resilienza delle donne e la necessità di sostenerle nel percorso di rinascita”. Durante la cerimonia sarà letto il brano “Donne in Rinascita”, un’opera che mira a ispirare speranza e forza nelle donne che hanno vissuto situazioni difficili.

Inoltre, l’Associazione ARED terrà una lezione di autodifesa, che sarà un’occasione per le donne di acquisire conoscenze pratiche per proteggere sé stesse e per promuovere la consapevolezza sulla necessità di sviluppare competenze di autodifesa.

Asperge: a Santena un nuovo prodotto De.C.O