Riparte lo screening mammografico al San Lorenzo di Carmagnola

346

E’ ripartito, seppur parzialmente, il servizio di screening mammografico all’ospedale di Carmagnola. Italia Viva sollecita la ripresa anche delle prestazioni ambulatoriali e la riapertura del Pronto soccorso.

screening mammografico carmagnola
Al San Lorenzo di Carmagnola è ripartito il servizio di screening mammografico, seppure in modo parziale a causa dell’emergenza Covid-19 [immagine di repertorio]
All’ospedale San Lorenzo di Carmagnola è ripreso lo screening mammografico, per due giorni a settimana.
La ripartenza del servizio risulta al momento parziale, in quanto alcuni operatori sanitari non sono in servizio per cause legate al Covid-19.

Il percorso di accesso non è cambiato rispetto a prima, ma si è provveduto a isolare l’area della radiologia interessata al passaggio e allo stazionamento dei malati Covid.

Covid-19: rallenta la curva dei contagi; sesta terapia intensiva al San Lorenzo

Questa semplice soluzione poteva essere adottata fin da subito, senza interrompere il servizio e annullare gli appuntamenti presi a novembre -sottolineano dal Circolo locale di Italia Viva, che nelle scorse settimane aveva avviato una raccolta firme e inviato una lettera ai sindaci dell’Asl TO5 sui temi della Sanità pubblica- Rimangono purtroppo aperte alcune problematiche gravissime, che abbiamo segnalato nella nostra lettera aperta, come il blocco dei servizi ambulatoriali e dei prelievi, ma soprattutto la soppressione del Pronto soccorso di Carmagnola“.

L’augurio dei referenti del partito renziano per il Chierese e il Carmagnolese, Federica Zamboni e Pier Antonio Pasquero, è che possano “riprendere al più presto tutti i servizi di prevenzione e cura che sono stati disattivati a causa dell’emergenza sanitaria, affinché vengano sempre garantite la cura e l’assistenza di tutti i malati“.

Asl TO5: dal 9 novembre è sospesa l’attività ambulatoriale