Scuole di Carmagnola, verso la ripartenza con le norme anti-Covid

1030

Comune e Istituti Comprensivi di Carmagnola sono al lavoro in vista del nuovo anno scolastico 2020-2021 con l’applicazione delle norme anti-Covid nelle scuole cittadine. Per l’assessore Cammarata “l’organizzazione degli spazi non presenta particolari complessità“. Da definire la logistica delle mense.

scuole carmagnola covid
Comune e Istituti Comprensivi di Carmagnola al lavoro in vista del nuovo anno scolastico 2020-2021 [immagine di repertorio]
Il Comune di Carmagnola e i tre Istituti Comprensivi del territorio sono al lavoro da alcune settimane per l’organizzazione del nuovo anno scolastico 2020-2021 nelle scuole elementari e medie cittadine, nell’ottica del rispetto delle norme anti-Covid.

La situazione relativa alle aule e agli spazi scolastici pare essere tutto sommato buona in vista del rientro a scuola degli alunni a settembre.

Calendario scolastico 2020-2021, le date in Piemonte

Fortunatamente, il panorama degli edifici scolastici comunali a Carmagnola non presenta elementi di particolare criticità da questo punto di vista -dichiara l’assessore all’istruzione, Alessandro Cammarata- Abbiamo fatto incontri con tutti i dirigenti scolastici e sopralluoghi nelle scuole: solo qualche classe dovrà essere ricollocata, ma sempre all’interno dei vari plessi”.

L’Amministrazione comunale, nel frattempo, ha anche messo in atto le opere necessarie a garantire l’adeguamento alle norme di sicurezza, oltre a prevedere l’acquisto di arredi ove mancanti, con un impegno complessivo di 170 mila euro, di cui 130 mila provenienti da fondi europei, tramite il Ministero dell’Istruzione, e 40 mila di risorse proprie.

Lavori e nuovi arredi per le scuole di Carmagnola

Restano invece ancora da definire i dettagli logistici e organizzativi relativi alle mense. “I dirigenti scolastici sono al lavoro per capire come organizzare lo svolgimento del servizio mensa, garantendo il distanziamento -prosegue Cammarata- È probabile che verranno fatti più turni. Resto invece più scettico sulla situazione di carattere generale e nazionale, in particolare per quanto riguarda i docenti“.

Educazione ambientale a scuola: da settembre lo sviluppo sostenibile diventa materia scolastica